Vai alla pagina su Cagliari calcio
Rimonte all’ultimo respiro: la Roma  vittima preferita

Cagliari

amarcord 

Rimonte all’ultimo respiro: la Roma vittima preferita

CAGLIARI. Pareggio dopo aver rimontato due reti. Come contro la Roma il Cagliari era riuscito nell’impresa quest’anno già nella trasferta di Ferrara. Cambiano i contorni però, e il pathos. Perché...

CAGLIARI. Pareggio dopo aver rimontato due reti. Come contro la Roma il Cagliari era riuscito nell’impresa quest’anno già nella trasferta di Ferrara. Cambiano i contorni però, e il pathos. Perché contro la Spal la rimonta maturò a metà ripresa. Stavolta invece, tutto è successo nei minuti finali. All’ultimo respiro, e non è la prima volta.

Roma vittima preferita. Nel 2010 avvenne qualcosa del genere sempre contro i capitolini. Il 6 gennaio 2010 i giallorossi guidati da Ranieri vincevano 2-0 al 92’, poi i gol di Diego Lopez e Daniele Conti fissarono il punteggio sul 2-2. Identico punteggio maturato anche il 28 agosto di due anni fa. Roma avanti con Perotti e Strootman, Cagliari che accorcia con Borriello al 12’ della ripresa e pari, guarda caso, ancora con Sau, a due minuti dalla fine.

Rimonte in casa. Un’altra partita da emozioni forti è stata quella del primo dicembre 2013 contro il Sassuolo sempre a Cagliari. Ospiti in vantaggio per 2-0 con Marzorati e Zaza nel primo tempo. Rossoblù che accorciano con Nenè al 28’ della ripresa, e zampata di Marcolino Sau, sì ancora lui, a 3’ dalla fine. Oltre alla Roma, altra vittima scelta dal Cagliari è la Sampdoria a cui i rossoblù in casa hanno rimontato i due gol e tolto la vittoria in due occasioni. Il 19 dicembre 2014 recuperate le reti di Gabbiadini e Obiang nel primo tempo, grazie ai gol di Avelar e Sau nella ripresa. Il 9 dicembre 2017, invece, alla Samp non bastò la doppietta di Quagliarella, annullata con Farias e Pavoletti.

Le vittorie indimenticabili. Due gol segnati in zona Cesarini, come contro la Roma, hanno regalato alcune vittorie indimenticabili al Cagliari. Fra queste va annoverata sicuramente
quella contro il Napoli al Sant’Elia del 27 gennaio 2008: il Napoli vinceva 1-0 sino al 92’, poi i gol di Matri e Conti rovesciarono il punteggio. Come a Benevento il 18 marzo di quest’anno: campani avanti 1-0 sino al 91’ , poi le reti di Pavoletti e Barella per una vittoria insperata.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller