Ultras rossoblù assaltano un residence

Danni alla struttura di Capoterra che ospitava una trentina di supporter azzurri

CAGLIARI. Momenti di tensione nella tarda mattinata a Capoterra, tra un gruppo di tifosi del Napoli e sardi. Nessuno scontro , ma solo danni alle porte e alla finestre di una struttura alberghiera. Una decina di supporter partenopei era ospite di un residence e si stava preparando per uscire e raggiungere la “Sardegna Arena” per assistere alla partita.

Un gruppo di supporter del Cagliari, o presunti tali, circa una ventina di persone, ha raggiunto la struttura alberghiera, cercando di entrare per aggredire gli ultrà avversari. Tra le due tifoserie c’è da sempre un’accesa rivalità che risale a tangti anni fa.

I tifosi del Napoli si sono barricati nelle stanze, mentre i cagliaritani, alcuni armati di bastone, tentavano di sfondare le porte. Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra volante di Cagliari e i carabinieri. Quando le forze dell'ordine sono arrivate al residence i tifosi cagliaritani erano già fuggiti, non prima di aver danneggiato porte e finestre del residence. I danni sono da quantificare, ma non sarebbero così ingenti.

I tifosi del Napoli sono stati poi scortati fino allo stadio. La polizia ha avviato le indagini sull'episodio. Per fortuna all’interno
dello stadio non è successo nulla, se non i soliti beceri cori da una parte e dall’altra, che hanno fatto da sgradito contorno ad una partita che tutto sommato è stata correttissima. Insomma, soliti cretini in azione che proprio non si riesce ad isolare. (r.m.)



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller