Rally e autoslalom per un anno a tutto gas

Ufficializzato il calendario dei motori: il clou sarà il Mondiale ad Alghero ma c’è spazio anche per i kart e la montagna

SASSARI. Il Rally d'Italia Sardegna WRC, previsto a metà giugno ad Alghero con il fantastico contorno di altre quattro interessanti gare sarà il clou di un calendario 2019 davvero straordinario per l'automobilismo sportivo sardo. Davvero tanti i motivi di interesse che ruotano intorno al motorsport 2019 che aprirà le danze con la novità della prova atipica sperimentale del Raid del Lago Omodeo il 10 marzo e chiuderà con la seconda edizione del Challenge Riviera del Corallo di Alghero dell'8 dicembre. Quest’ultima manifestazione, dopo il buon esordio nel 2018, è stato promossa nel campionato italiano (anche se, per ora, come riserva).

A farla da padrone, come numero di manifestazioni e partecipanti complessivi, sarà anche nel 2019 l'autoslalom che presenta in calendario ben 17 appuntamenti (tra cui lo Slalom di Osilo del 21 luglio ridiventato prova di campionato italiano e lo Slalom Riviera del Corallo di Alghero del 26 maggio valido con Trofeo Italiano centro nord). I rally saranno invece cinque. Oltre ai due di auto storiche tra cui il Rally Costa Smeralda Storico che avrà validità di campionato italiano della specialità , il 2° Baja Terre di Gallura di cross country rally valido come campionato italiano, due prove di velocità salita con il ritorno dell'Iglesias-Sant'Angelo e la regina Alghero-Scala Piccada, prevista per 29 settembre e con titolarità del Trofeo TIVM nord-sud (ma manche 2^ riserva del CIVM- campionato italiano).

Per le atipiche sperimentali conquista invece la titolarità di campionato italiano la cronoscalata di Tandalò sui mondi di Buddusò.

Da seguire con interesse anche le prove di rally che avranno inizio il 31 marzo con il 17° Rally dei Nuraghi e del Vermentino di Berchidda su terra e che proseguiranno con il Rally del Parco Geominerario della Sardegna sui monti di Arbus il 19 maggio, con l'8° Rally Terra Sarda il 6 settembre e con il 5° Rally Isola di Sardegna , tutte inserite nella Coppa Rally di Zona 9-Sardegna. Sempre nell'ambito dei rally verrà riproposto, dopo il successo della prima edizione, il 15 settembre anche lo Shardana Rally Day.

Prevista anche la novità di una prova di regolarità fuoristrada, il 28 aprile con la Elements Race, e cinque prove del campionato sardo di kart, previste con inizio il 10 marzo tra le piste di Sestu e quella di Alghero dove si svolgerà anche la manifestazione della Coppa Sardegna del 24 novembre. Un calendario di impegni fittissimo quindi per l'automobilismo sportivo sardo che per i seguitissimi autoslalom inizierà il 7 aprile con la prova di Dorgali per poi continuare il 28 con Villanova Monteleone, il 5 maggio con la Guspini-Arbus, il 19 con Sarule, il 26 con le prove sui tornati della Scala Piccada del Riviera del Corallo di Alghero seguito il 9 giugno dallo slalom di Loceri. Sempre a giungo il 23 si corre a Pattada e a luglio il 7 la Benettutti. Seguirà il 21 la prova di campionato italiano di Osilo, il 4 agosto lo slalom di Cossoine, e il 25 il minislalom di Usini. A settembre l'8 e il 22 sarà la volta dei partecipati slalom di Buddusò e di Nuoro. Il 20 ottobreè in calendario il Trofeo del Marghine a Bolotana, il 27 della Seredda-Ittiri mentre il gran finale è in programma il 10 novembre con il ritorno della Gusana-Gavoi.

Per i numerosi appassionati sardi dei motori si
prospetta un anno in cui sarà bandita la noia e ci sarà tanto da divertirsi. Un anno che, come quello appena andato in archivio, vedrà anche diversi piloti sardi partecipare ai campionati triocolori di velocità in montagna e a qualche prova dell’Europeo.

Roberto Spezzigu

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare