Vai alla pagina su Tutto Dinamo
gli avversari 

Due ex e tanta voglia di stupire la matricola fa paura a tutti

SASSARI. Sono due gli ex in campo in questa partita: si tratta del Alessandro Cittadini, quarant’anni appena compiuti, giocatore di grandissima esperienza che ha indossato la maglia della Dinamo nel...

SASSARI. Sono due gli ex in campo in questa partita: si tratta del Alessandro Cittadini, quarant’anni appena compiuti, giocatore di grandissima esperienza che ha indossato la maglia della Dinamo nel primo anno di serie A del club sassarse, il 2010-’11 giocando poco più di 8 minuti a partita, con 2,3 punti di media e il massimo di 15 e 6 rimbalzi nella sfida contro la JuveCaserta.

Un breve passaggio a Sassari anche per il play argentino Juan Fernandez, arrivato agli ordini di coach Meo Sacchetti nell’estate 2013 e rimasto in Sardegna sino ai primi di gennaio del 2014: per il giocatore formatosi alla Temple University, chiuso nel ruolo dalla coppia Travis Diener e Marques Green, pochissime apparizioni sul parquet (6 minuti di media in 9 apparizioni in campionato, con 6 n.e.), e un solo punto realizzato. Qualche piccola soddisfazione in più in Eurocup, ma sicuramente si tratta di un giocatore che a Sassari non è riuscito a lasciare il segno.

L’Alma Trieste arriva dall’inattesa (e pesante) sconfitta interna subita contro l’Happy Casa Brindisi, ma tra novembre e dicembre la squadra di coach Eugenio Dalmasson aveva collezionato quattro vittorie in cinque partite (con la “perla” del blitz in casa della Reyer Venezia del 26 dicembre), portandosi saldamente all’interno della zona Final Eigh.

«In questi giorni abbiamo ovviamente analizzato la nostra prova contro Brindisi – sottolinea Dalmasson –, con una disamina che si è concentrata su come è maturata la sconfitta ed il modo in cui abbiamo giocato, anche per cercare di non commettere gli stessi errori nel prossimo impegno. Passata questa prima fase, ci siamo orientati sul lavoro di preparazione per la gara di Sassari, che sarà certamente complessa per il valore dell’avversaria e dunque è fondamentale presentarsi nelle migliori condizioni».

«Sarà un match difficile – aggiunge l’allenatore della squadra giuliana –, gli isolani arrivano da due
ottime prestazioni, ovvero una vittoria casalinga di quaranta punti con Pesaro e un’affermazione netta a Brescia; è un team che sta dimostrando di aver trovato un equilibrio e sta rispondendo al meglio, anche rispetto a scelte difficili come il taglio di Terran Petteway». (a.si.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller