Vai alla pagina su Tutto Dinamo

Il Banco si presenta in corsia di sorpasso

Dopo le vittorie su Pesaro e Brescia, alle 18,30 al palazzetto arriva Trieste: gara che vale doppio nella corsa alla Final Eight

SASSARI. C’è un tempo per rincorrere e un tempo per guardarsi indietro. Oggi è il momento di spingere al massimo il piede sull’acceleratore, perché questa è una “prova speciale” che vale doppio. Dopo avere preso giri nelle sfide contro Pesaro e Brindisi, la Dinamo punta l’Alma Trieste e prova a portarsi in corsia di sorpasso: questo pomeriggio alle 18,30 al PalaSerradimigni la squadra di coach Vincenzo Esposito ha l’occasione di porre una seria ipoteca sulla qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia.

Con due partite in programma da qui alla fine del girone d’andata (sabato prossimo il Banco farà visita all’Acqua San Bernardo Cantù), Scott Bamforth e compagni hanno la possibilità, in caso di successo, di raggiungere Trieste a quota 14, di fatto superandola per la differenza canestri. «Avanti una gara per volta», continua ad ammonire coach Esposito, e anche da questo punto di vista la gara di oggi è di fondamentale importanza perché i biancoblù devono vincere anche la “sfida” della continuità per allontanare definitivamente il periodo nero.

Per la terza gara di fila la Dinamo sarà alle prese con un roster “accorciato” dall’assenza di Terran Petteway, ma al momento la redistribuzione di minuti e responsabilità derivante dal taglio dell’ala americana ha portato soltanto benefici. Saranno della partita, anche se non al meglio, sia Jack Cooley che Stefano Gentile: il primo in settimana si è dovuto fermare a causa di un attacco febbrile, mentre la guardia di Maddaloni è sofferente per i postumi di una botta a un ginocchio subita domenica scorsa al PalaLeonessa di Brescia.

La neopromossa Trieste, al contrario, ha appena allungato il proprio roster inserendo l’esterno sloveno Zoran Dragic, giocatore di grande esperienza, anche se non è chiaro se l’ex giocatore di Milano e Miami verrà schierato. Gli ospiti possoo comunque contare su elementi di grande qualità: dall’ex Reggio Chris Wright all’esperto Hrvoje Peric, dai dinamici Sanders e Mosley al metronomo Fernandez, sino allo zoccolo duro della promozione della scorsa stagione (Cavaliero, Da Ros e l’ex Cittadini).

«Per noi è importante cavalcare questo momento di crescita delle ultime settimane – ha detto coach
Esposito –. In campo si è visto un miglioramento difensivo, una buona circolazione di palla unitamente ai numeri statistici in cui vogliamo confermarci ovvero rimbalzi, assist e il rapporto palle perse-palle recuperate. Sono questi gli elementi chiave per giocare una partita di qualità».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller