Vai alla pagina su Tutto Dinamo

Basket, la Dinamo ingaggia anche Justin Carter

Dopo aver chiamato Tyrus McGee a coprire l'inattesa falla che si è creata nel roster con l'infortunio di Scott Bamforth, il presidente Stefano Sardara e il general manager Federico Pasquini portano per la prima volta in Italia la guardia-ala del Maryland

SASSARI. Secondo colpo in un solo giorno per la Dinamo Sassari Banco di Sardegna. Dopo aver chiamato Tyrus McGee a coprire l'inattesa falla che si è creata nel roster con l'infortunio di Scott Bamforth, il presidente Stefano Sardara e il general manager Federico Pasquini portano per la prima volta in Italia la guardia-ala Justin Carter. Nato nel Maryland, 32 anni, è alto 193 centimetri e pesa 91 chili. Ha ottime doti atletiche, buone capacità difensive, grande fisicità ed esperienza. Ha disputato per due volte l'Eurolega con Galatasaray e Pinar Karsiyaka. Arriva dal Kazakistan, dove nell'ultimo anno ha vinto con la maglia dell'Astana campionato e coppa.

leggi anche:

L'ingaggio di Justin Carter compensa il taglio di Terran Petteway, la cui avventura a Sassari è finita da alcune settimane. Coach Esposito avrà a disposizione una squadra lunga e profonda in vista del girone di ritorno, che inizia nel prossimo weekend, e della Final Eight di Coppa Italia, alla quale Sassari si presenta come sesta classificata nel girone d'andata e sfiderà ai quarti Venezia, che ha chiuso al terzo posto. Il Banco vanta in bacheca i due trofei vinti a Milano e a Desio nel 2014 e nel 2015. Anche se l'assenza di Bamforth è un colpo durissimo per gli equilibri appena ottenuti dai biancoblù, i due arrivi di oggi sono la migliore reazione della società e mettono Esposito nelle condizioni di affrontare la seconda parte della stagione con tutte le carte in regola per fare bene in Italia e in Europa.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare