Vai alla pagina su Tutto Dinamo

Stagione finita per Bamforth, alla Dinamo ora arriva McGee

Il numero 4 sabato nel vittorioso anticipo contro Cantù ha riportato la rottura del crociato. Definita la griglia della Final Eight di Coppa Italia. nei quarti i sassaresi trovano Venezia

INVIATO A DESIO. La botta che non ti aspetti arriva nel momento della festa. La Dinamo stacca il biglietto per la Final Eight di Coppa Italia da sesta in classifica, e nei quarti di finale affronterà Venezia, terza. Ma la prima vera gioia da almeno due stagioni a questa parte viene completamente annientata dal responso dei medici sull’infortunio capitato sabato a Scott Bamforth. La guardia americana, caduta male mentre cercava di recuperare una palla vagante a 13 secondi dalla sirena finale, a risultato ampiamente acquisito, ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro.Una mazzata tremenda, sia per il numero 4 biancoblù, al suo secondo campionato a Sassari, che per la squadra di coach Vincenzo Esposito, che perde il suo uomo di maggiore talento, il giocatore più continuo del roster e dell’intero campionato di serie A.

Ecco McGee. La società del presidente Stefano Sardara, già affacciata sul mercato alla ricerca di un sostituto dopo il taglio di Terran Petteway, si è mossa con grande rapidità e ha trovato l’accordo con un giocatore di primo livello: a Sassari arriva Tyrus McGee, combo guard classe 1991 con tanti anni di esperienza in Italia, scudettato con Venezia due stagioni fa, che si era appena liberato dai turchi dell’Afyon Belediye.

Al giocatore nativo dell’Oklahoma, che ha indossato le maglie di Capo d’Orlando, Cremona, Venezia e Pistoia, dove è stato allenato proprio da coach Esposito, una grande responsabilità: non fari rimpiangere l’uomo più costante del Banco di Sardegna.

Il crack di Bamforth. La “sentenza” su Scott Bamforth è arrivata nel primo pomeriggio di ieri. Mentre la squadra veniva “liberata” per due giorni di riposo completo, l’ex giocatore di Siviglia, Bilbao e Murcia è stato sottoposto a una risonanza magnetica sul ginocchio infortunato sabato sera a Desio. Il moderato ottimismo che si respirava nell’ambiente biancoblù dopo lo spavento dei primissimi attimi post-infortunio, è stato spazzato via dal responso dei medici: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro.

«Il giocatore di Albuquerque – si legge in una breve nota pubblicata ieri nel primo pomeriggio dalla società sassarese – dovrà sottoporsi a intervento chirurgico in seguito al quale potrà iniziare il percorso di recupero». Va da sé che, salvo miracoli, la stagione sportiva di Scott Bamforth, che ad agosto compirà 30 anni, può essere considerata conclusa. I tempi di recupero per infortuni di questo tipo sono infatti valutabili tra i 5-6 mesi.

Verso la Final Eight. Stordito da questa botta terribile, per l’ambiente Dinamo è passata in secondo piano anche la soddisfazione per la qualificazione alla fase finale della Coppa Italia ed è stato atteso con relativa indifferenza anche il responso delle partite giocate in serata: i risultati dell’ultima giornata del girone d’andata confermano la sesta piazza per il Banco di Sardegna, che nei quarti di finale della Final Eight se la vedrà con Venezia. Un confronto che in campionato a Sassari ha visto prevalere i lagunari per 83-86.

Gli accoppiamenti di Firenze. La scalata alla Coppa Italia vede in griglia questi accoppiamenti nei quarti della Final Eight che si disputerà a

Firenze. Giovedì 14 febbraio: Milano-Bologna e Cremona-Varese (le vincenti si scontrano in semifinale). Venerdì 15 febbraio: Venezia-Sassari e Avellino-Brindisi (vincenti contro in semifinale).  Le semifinali si disputeranno il 16 febbraio e la finale il 17 febbraio.
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community