Latte Dolce e Torres: derby rovente

Mercoledì in campo per le squadre sarde di serie D. Il Castiadas si rinforza

SASSARI. Niente pausa per le squadre sarde della serie D. Domani saranno di nuovo tutte in campo per un turno infrasettimanale di campionato. Il calendario è stato spietato per il Latte Dolce e la Torres che si affronteranno in un derby sassarese che si annuncia rovente. Le due squadre sono reduci da due vittorie (evento più unico che raro in questa stagione) e proveranno a mettere le mani su altri tre punti di fondamentale importanza per entrambe le formazioni. Il Latte Dolce ha scalato la classifica ed è a un passo dalla vetta. La Torres sta cercando di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della zona playout e farà di tutto per dare continuità alla vittoria di domenica contro il Flaminia. I rossoblù hanno dimostrato di avere carattere e tanta voglia di dare un senso a una stagione finora deficitaria. La squadra sta bene fisicamente anche se continua ad avere più di un problema in zona gol. L’arrivo di Spinola nel mercato di riparazione ha aggiunto tasso tecnico ed esperienza al reparto avanzato ma l’argentino non è un bomber da doppia cifra. E non è ancora al meglio della condizione. Continua a faticare anche Camilli che si sta battendo con coraggio ma ha un conto aperto con la sfortuna. Domenica il centravanti è arrivato per due volte a tu per tu con il portiere avversario e per due volte si è fatto respingere la conclusione. Bravissimo il numero uno del Flaminia ma Camilli non può sprecare occasioni del genere. A fine gara l’attaccante è stato consolato da Salvatore Sechi e dal ds Vittorio Tossi e lui ci ha messo la faccia presentandosi in sala stampa per chiedere scusa ai tifosi e promettere il riscatto. L’occasione arriva subito ed è ghiottissima. Un gol nel derby avrebbe un valore doppio ma bisogna vedere cosa ne pensa il Latte Dolce.

La squadra di Stefano Udassi sta vivendo un momento magico e non ha nessuna intenzione di fermarsi. La vetta è distante appena due punti e il campionato promette di tingersi di biancoceleste. La società ci crede e per la sfida di domani ha fatto appello ai tifosi. In occasione del derby è stata proclamata una giornata biancoceleste e il fischio d’inizio è stato spostato alle 20,30 per dar modo a chi lavora di essere presente al Vanni Sanna.

La giornata sarà impegnativa anche per il Lanusei, che deve difendere il suo primato ospitando il Ladispoli, e per le altre due squadre della serie D - Castiadas e Budoni - che si affronteranno in un deby che vale mezza salvezza. I sarrabesi non vogliono lasciare nulla di intentato e proprio domani ufficializzeranno l’acquisto di Simone Milani, trequartista, seconda punta, classe 1996. Il neo acquisto, cresciuto nelle giovanili della Lazio, ha vestito le maglie di San Severo, Nocerina, Lupa Roma. Ultima in ordine di tempo, quella della Pro Piacenza, la squadra rosso-nero dell’Emilia Romagna, che disputa il girone A del campionato di serie C, alla quale è stata formalizzata l’istanza di fallimento.

Simone Milani, sarà disponibile per la trasferta contro la Lupa Roma (20 gennaio). Il Castiadas nel mercato di riparazione di dicembre ha acquistato diversi giocatori con l’intento di risalire la china e centrare l’obiettivo salvezza. L’ultimo in ordine di tempo è stato il portiere Matteo Forzati, cresciuto nelle giovanili del Latina, (ex Flaminia, Calangianus, Tonara), che ha esordito positivamente domenica contro il Trastevere.

In precedenza sono stati acquistati i due fuoriquota: Francesco Proto (1999) centrocampista centrale (ex Cassino, serie D girone G) di proprietà della Salernitana e Lorenzo Costa
(2000) esterno sinistro, di proprietà del Piacenza. Si sono aggiunti al senegalese Ibrahime Mbaye, all’argentino German Cochis, al nigeriano Emmanuel Odianose e a Marco Aiana. Intanto, ieri ha lasciato la società sarrabese Francesco Fè (1996) che si è accasato con il Rieti.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare