Il Budoni alza la voce contro l’arbitro

Solo un pari con l’Ostiamare. I galluresi contestano l’espulsione di Spano 

SAN TEODORO. Solo un punto per il Budoni che esce dal campo dopo aver fatto il possibile per vincere, con un uomo in me no per quasi un’ora. A pesare sul risultato qualche decisone errata del direttore di gara e sicuramente l’espulsione di Spano che ha protestato troppo vivacemente dopo un fallaccio subito in area. Da segnalare anche la poca lucidità sottoporta di Varela e Cissè. Al rientro in squadra invece capitan Farris tornato in coppia al centro della difesa con Varrucciu mentre Steri e Musu operano sulle corsie esterne e Raimo viene spostato a centrocampo.

Il Budoni che vuole i tre punti per agganciare l’Ostia si porta subito in avanti e al 7’ Murgia ha una buona opportunità ma il portiere sventa il pericolo. Al 10’ Bertoldi prova invece a sorprendere Donini con un tiro dalla distanza ma l’estremo difensore devia d’intuito la conclusione. Al 14’ Spano riceve palla e se la porta sul sinistro, gran tiro angolato che Giannini riesce però ad intercettare. Al 18’ ancora in avanti l’Ostiamare con un tiro senza pretese di Attili e poco dopo, il vantaggio dei padroni di casa.

Calcio d’angolo di Murgia che indirizza la sfera al centro dell’area dove a svettare è Farris che di testa la manda all’angolino. Giustificata la gioia del difensore perseguitato quest’anno dalla jella per una serie di fastidi muscolari. Il vantaggio del Budoni dura però appena 5’ e anche in questo caso vibranti le proteste dei locali perché il passaggio di Calver per Dejulis prima dell’assist vincente per Bertoldi, avrebbe portato la palla oltre la linea del fallo laterale. L’arbitro però assieme al suo assistente è di diverso avviso e convalida la marcatura.

Il Budoni prova a riportarsi in vantaggio e al 28’ il tiro di Spano è rimpallato da un difensore mentre al 31’, Varela viene anticipato dal portiere. Al 36’ l’azione che porta all’espulsione di Spano, palla scodellata in area dalla bandierina, l’attaccante viene spintonato mentre un difensore tocca anche la sfera con il braccio. Vibranti le proteste e a farne le spese è proprio Samuele Spano che viene allontanato dal campo. Al 40’ sull’altro fronte è invece l’Ostia a vedersi annullare un gol di Attili per fuorigioco. Poi in evidenza Varela che supera ben tre avversari e mette al centro per Cissè che in scivolata non riesce a deviare in rete. Allo scadere ancora Varela si presenta davanti a Giannini e calcia a botta sicura ma il portiere, in tuffo riesce a deviare in angolo.

Nella ripresa subito due occasioni per Cisse e Varela che non inquadrano la porta mente al 58’ l’Ostia ha una buona occasione con Attili che calcia a lato. Al 67’ Raimo su calcio piazzato sfiora la traversa e al 73’ occasionissima per gli ospiti. De
Julis riceve palla ed entra in area, supera anche Donini ma poi scivola al momento del tiro. Per proteste viene allontanato Cerbone e nei minuti finali, il gioco si fa duro con colpi proibiti da entrambe le parti ma risultato resta inchiodato sull’uno pari.

Sergio Secci

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community