Latte Dolce e Lanusei, duello a distanza fra big

La D in campo oggi. I biancocelesti ospitano l’Anzio, gli ogliastrini l’Avellino. La Torres ad Artena

SASSARI. Per la settima di ritorno la serie D scende in campo quasi interamente di sabato, in previsione del prossimo turno infrasettimanale (mercoledì), e anticipano tutte le formazioni sarde con Latte Dolce, Lanusei e Castiadas impegnate in casa contro Anzio, Avellino e Ladispoli mentre per Torres e Budoni gare in trasferta contro Vis Artena e Trastevere.

I 90' più "comodi" sembrano quelli che attendono il Latte Dolce, tornato nel ruolo di vice capolista e deciso a confermarlo con i 3 punti che oggi non possono sfuggire. A Sassari (stadio Vanni Sanna, il via alle 15) arriva infatti la cenerentola, che che ha perso tutte le gare esterne. Ma l'esperto centrocampista Daniele Bianchi consiglia di andarci piano con i pronostici scontati. «E' un confronto facile ma solo in apparenza e sarebbe superficiale considerarlo tale solo perchè lo dice la classifica. L'Anzio è una squadra in ripresa, ha battuto l'Atletico per 3-0 e merita rispetto, come ogni avversario. Certo non lo sottovaluteremo e ci metteremo lo spirito di sempre. Con quale formazione? A parte Cabeccia che è squalificato, il gruppo è a disposizione di mister Udassi e se ci sarà turn-over sarà perchè da noi ruotare è la regola e non l'eccezione perchè si rigiocherà tra pochi giorni». La difficoltà di questo testa-coda sta nel riuscire a sbloccare il risultato subito, ma per Bianchi «ci vorrà pazienza e lucidità, senza l'ansia di segnare nei primi minuti». Per la direzione di gara è stato designato il milanese Luca De Angeli.

Ben più tosto l'impegno del Lanusei (h.14,15), contro un Avellino che secondo Bianchi «è un po' all'ultima spiaggia se ancora vuole pensare al primato. Gli irpini hanno l'occasione di limare le distanze ma il Lanusei ha trovato il passo giusto, in vetta si trova bene e può superare anche questo importante esame. E' una partita aperta a ogni risultato. L'Avellino potrebbe farci un favore e avvicinarci al primo posto? Noi pensiamo solo a fare la nostra parte, senza guardare agli altri. In campo pensiamo solo a dare il massimo, poi ci sarà il tempo per vedere come è andata».

Un incoraggiamento va invece alla Torres, che sul terreno della Vis Artena (già vittoriosa a Sassari) ha il dovere di fare risultato. «Non deve mollare
ma lottare e cercare l'episodio - conclude Bianchi, ex rossoblù - che può far svoltare la sua difficile stagione. E' squadra viva che raccoglie poco ma sa creare problemi agli avversari, ha solo bisogno di un risultato favorevole per riprendere slancio».

Sandra Usai

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller