La Juve riparte e cancella i dubbi

Vittoria in scioltezza contro il Sassuolo: la formazione di Allegri si riporta a più 11 sul Napoli

REGGIO EMILIA. La Juventus risponde ai dubbi delle ultime settimane passando sul campo del Sassuolo con un risultato (3-0) che non lascia spazio a dubbi. Qualche rimpianto per i neroverdi, in particolare su due episodi, l'occasione di Djuricic in apertura di partita e il grave errore nella ripresa di Berardi, sullo 0-1, che ha sbagliato a porta vuota. Ma questo non mette in discussione i meriti dei bianconeri che tornano ad allungare a +11 il vantaggio sul Napoli e si avvicinano alla Champions con il morale più alto. Al vantaggio di Khedira nella prima parte, hanno completato l'opera Cristiano Ronaldo, che dopo aver segnato ha esultato facendo la maschera 'alla Dybalà, e Emre Can nella ripresa. Una bella risposta quella della Juventus che anche sul piano fisico ha mostrato una certa solidità uscendo di slancio strada facendo. Allegri deve rinunciare a Bonucci e Chiellini, davanti a Szczesny ci sono Rugani e il cavallo di ritorno Caceres. Il centrocampo è affidato a Pjanic, davanti il tridente Bernardeschi, Mandzukic e Cristiano Ronaldo. Il Sassuolo è quello annunciato, il tecnico De Zerbi non rinuncia al 4-3-3, Peluso è ancora nel ruolo di centrale, a centrocampo manca Duncan e il terzetto sulla mediana è composto Locatelli, Sensi e Bourabia. Davanti capitan Berardi, Babacar e Djuricic. I neroverdi di casa giocano subito a viso aperto, palla di Berardi per Sensi, la conclusione è fuori d'un soffio. La Juve trova il vantaggio nel momenti in cui inizia ad accelerare: Consigli para sulla conclusione ravvicinata di Ronaldo, arriva come un falco Khedira che segna.

Fuori programma al quarto d'ora quando dalla curva di casa entra in campo uno spettatore, l'invasore fa tutto il campo ed arriva ad abbracciare Ronaldo. L'arbitro deve interrompere il gioco che riprenderà dopo pochi minuti, mentre l'invasore viene accompagnato fuori da tre steward. La Juve dà l'impressione di non volere correre ulteriori rischi. Al 19' Khedira e Bernardeschi mancano la deviazione sul cross di Ronaldo. Quest'ultimo pochi minuti
dopo chiude la partita: dalla bandierina Pjanic, Ronaldo di testa salta più alto di tutti, anticipa Consigli e firma lo 0-2. Il Sassuolo perde lo smalto nel primo tempo e nel finale subisce la terza rete con Emre Can che vola sulla sinistra e con un diagonale preciso batte Consigli.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller