«Siamo troppo fragili e purtroppo la fortuna continua a non aiutarci»

Rolando Maran guarda avanti e pensa già al Parma «Una partita fondamentale, da vincere per svoltare»

MILANO. Rolando Maran non è contento. Aveva chiesto ai suoi “faccia tosta” contro il Milan. Ma alla prima difficoltà la squadra si è sciolta. «È vero - conferma l’allenatore del Cagliari -, purtroppo continuiamo a essere fragili e gli episodi sono tutti sfavorevoli. Veniamo da un periodo nel quale gli infortuni ci stanno condizionando, anche se questo non è un alibi. L’autogol ci ha tagliato le gambe e non siamo stati bravi a reagire immediatamente. Dovevamo continuare a giocare come stavamo facendo, invece abbiamo perso le distanze, ci siamo allungati e per il Milan è stato tutto più facile».

Il Cagliari non vive un periodo semplice. «Anche oggi - aggiunge Maran - nonostante la sconfitta ci sono state delle cose positive e da queste dobbiamo ripartire. Certi momenti devi essere più forti degli episodi, affrontarli con maggiore convinzione. Dovevamo spingere sugli esterni, costringere a difendere i loro esterni. A tratti ci siamo riusciti. Contro il Milan, che sta attraversando un ottimo momento, bisognava dare di più. Dobbiamo crescere sul piano della personalità. Se il tiro di Joao Pedro invece di stamparsi sulla traversa fisse entrato, forse ora saremo qui a raccontare un’altra partita. Ma ripartiremo».

I rossoblù da novembre hanno rallentato la marcia. «Da novembre a oggi stiamo pagando le tante assenze. Non ci possiamo permettere cinque-sei giocatori ogni partita. Questo va messo nel conto. Il momento influiscede in maniera negativo e i risultati non ci stanno dando ragione».

Nove gol subiti nel primo quarto d’ora e una sola vittoria nelle ultime tredici gare. Ora arriva il Parma. Match decisivo per il futuro«È importante non tanto per la classifica ma per l’aspetto mentale. Non è vero che simao bloccati, i ragazzi lavorano sodo per uscire da questa situazione. Bisogna riuscire a scrollarsi di dosso la paura, la fragilità caratteriale. Da oggi cominceremo a preparare la sfida di sabato e sono sicuro che i ragazzi si prepareranno al meglio».

Sul modulo schierato ieri Maran è chiaro: «Una scelta per costringere i loro esterni a difendere - conclude Maran - e in parte ci siamo riusciti. Adesso dobbiamo voltare pagina
e guardare al futuro con ottimismo. Noi abbiamo i mezzi per uscire da questa situazione, dobbiamo convincerci che possiamo essere più forti delle avversità. La squadra ha bisogno di un risultato positivo per svoltare se arriva col Parma vedrte che le cose cambiano».

R.M.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare