Giampaolo Murru, professione scalatore

Il tecnico ha portato il Villamassargia dalla Seconda categoria alla Promozione: «I giovani ci garantiscono il futuro»

VILLAMASSARGIA. Alla ventunesima il Villamassargia di Giampaolo Murru, squadra neopromossa, è al quarto posto in classifica con 34 punti, il quarto miglior attacco con 33 reti realizzate e la sesta miglior difesa con 25 gol al passivo, un risultato inaspettato all’inizio del campionato. «Siamo stati bravi - sottolinea il mister - a lasciare quasi invariata l’ossatura della squadra puntando solo sull’inserimento di giovani, ed i fatti ci stanno dando ragione. In ogni partita abbiamo 5-6 giovani in campo, di questi Congiu, classe 2001 e Iesu, classe 2000, al terzo posto tra i bomber con 11 reti, sono il risultato migliore».

Per Murru è importante poter svolgere un programma di lungo periodo. Sono due anni che il mister sta lavorando ed ha evidenziato come sia riuscito a dare una ottima impronta alla squadra. «Sapevamo che la nuova categoria - prosegue Murru - sarebbe stata difficile ed in estate ho svolto, insieme all’allenatore della juniores, un programma per saggiare la disponibilità di ragazzi in grado di lavorare bene con la juniores ma di essere anche pronti, all’occorrenza a giocare in Promozione. Mancano nove partite, vogliamo finire bene questa stagione».

La Polisportiva Villamassargia non dimentica di avere una funzione sociale, attraverso la pratica sportiva, per i ragazzi e le ragazze del paese. «Siamo un centro di 3900 abitanti - sottolinea il presidente Spada - abbiamo un bel gruppo dirigente che ha a cuore la crescita dei ragazzi. Partiamo dalla scuola calcio, abbiamo tutte le categorie giovanili e siamo anche gemellati con la Academy del Cagliari. È importante offrire la possibilità di una pratica sportiva che aiuti i giovani nel processo di crescita personale. Per noi è importante, soprattutto per i più piccini, che imparino a giocare e divertirsi, il tempo per vincere, naturalmente, sarà più avanti».

Il presidente ricorda che solo quattro anni fa la squadra era in Seconda categoria e da allora la società è cresciuta. «Abbiamo solo due classi
elementari, è chiaro che il bacino è ristretto, ma la vicinanza con gli altri centri e questi successi ci danno la possibilità di attrarre ragazzi. Mi rimane il desiderio di riaprire anche la pallavolo femminile che è stato il nostro fiore all’occhiello per tanti anni. Ci lavoriamo».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller