Meloni: il gol per il presidente... Artedino

Euforia a fine partita negli spogliatoi del Muravera. La vittoria strameritata ha galvanizzato tutto l’ambiente che vede domenica dopo domenica avvicinarsi sempre di più il traguardo della promozione...

Euforia a fine partita negli spogliatoi del Muravera. La vittoria strameritata ha galvanizzato tutto l’ambiente che vede domenica dopo domenica avvicinarsi sempre di più il traguardo della promozione in serie D. «Siamo scesi in campo col piglio giusto e abbiamo chiuso il match nei primi quarantacinque minuti – afferma il bomber Giuseppe Meloni, a segno anche contro la Nuorese, che guida la classifica cannonieri con 31 reti –. Sono soddisfattissimo. Dedico tutte le reti che ho messo a segno in stagione e in modo particolare quella che ho realizzato oggi (ieri) al presidente della Nuorese Michele Artedino. Oggi abbiamo riscattato le sconfitte immeritate subite sia nella partita di andata al Frogheri che nella finale di coppa Italia al comunale di Monastir».

«Abbiamo meritatamente vinto una partita difficile contro un avversario di spessore – sottolinea il mister Francesco Loi –. Anche oggi abbiamo dimostrato di meritare il primato in classifica». Il campionato a questo punto è chiuso? «Assolutamente no. Lo sarà solo quando avremmo raggiunto la certezza matematica. Mancano ancora cinque gare. Dobbiamo affrontare fuori casa il Tonara (mercoledì nell’ultimo impegno infrasettimanale) il Porto Rotondo e l’Arbus e tra le mura amiche il Tortolì e il San Teodoro, tutte squadre, fatte eccezione per l’Arbus, che lottano per non retrocede. Sono tranquillo perché stiamo bene in salute e ci stiamo avvicinando passo dopo passo all’obiettivo».

«Il Muravera ha vinto meritatamente dichiara sportivamente l’allenatore della Nuorese Fabio Fraschetti. E ha dimostrato di essere la squadra migliore e di meritare il primato. Contro i primi della classe siamo scesi in campo con una formazione largamente rimaneggiata non potendo disporre di Alessandro Cucchi, Samuele Rosano e Rocco Guazzaroni. Cercheremo adesso di rifarci
mercoledì contro il Tortolì. Dobbiamo assolutamente vincere tutte le gare che rimangono se vogliamo centrare l’obiettivo playoff. Sono molto amareggiato perché per la prima volta in carriera sono stato espulso dal campo e per di più senza un plausibile motivo». (a.bul.)




TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community