La Torres ammutolita sul ciglio del burrone

Serie D. La pesante sconfitta col Cassino riporta i sassaresi in piena zona playout La tifoseria mugugna, la società si chiude nel silenzio. E domenica arriva il Latina

SASSARI. Quando il peggio sembrava passato ecco che la Torres ripiomba nel buio delle sue amnesie, rimediando un'altra sonora sconfitta che la fa annaspare in classifica. Solita storia di questa stagione: nel momento in cui è chiamata a reagire la squadra sassarese evapora. E il giorno dopo, ancora bocche cucite dalla società, come negli spogliatoi a gara appena conclusa.

Se la battuta d'arresto di Roma era stata figlia di errori individuali e catastrofiche ingenuità, quella interna contro il Cassino (rivale con ambizioni da playoff) ha cause di inaudita assurdità, per una squadra che cerca di sfuggire alla trappola dei playout e ha nel mirino la salvezza diretta. Nel mezzo, una settimana di sosta che doveva rigenerare il gruppo rossoblù e invece lo ha restituito al campo scarico e balbettante. Cosa sta succedendo? Come è possibile che dopo una sequenza di 4 gare positive, che hanno fruttato 10 punti, si sia tornati sull'orlo del baratro? Domande che restano senza risposte, i rossoblù a partire dal presidente Sechi non parlano, non spiegano, non recitano mea culpa e negli occhi dei tifosi, in netto calo sugli spalti, resta una prova troppo "molle" per essere degna di chi ha un obiettivo importantissimo da raggiungere.

In parole povere, sembrava di assistere alla classica partita di fine stagione di chi non ha più niente da chiedere al campionato. Nella ripresa è riemerso un pizzico di orgoglio, col ritorno in campo dopo due mesi di Demartis (unica nota positiva di una giornata da dimenticare) che oltre a realizzare il gol della speranza ha messo cuore ed esperienza, incitando i compagni a lottare. Mancano 7 gare alla fine, la salvezza resta traguardo alla portata ma non per la squadra vista all'opera domenica, confusa e mai reattiva. Non bastano un paio di assenze, seppure importanti, per giustificare quanto (non)
combinato contro il Cassino e attenuare lo sconforto. Il vero assente è stato il carattere e questo non deve più succedere. Nel prossimo turno, ancora in casa, contro il Latina, i rossoblù devono trasformarsi da innocui gattini in feroci leoni. Non c'è altra strada per fare risultato.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller