Vai alla pagina su Tutto Dinamo

La Dinamo in Turchia per decollare

Alle 18,30 italiane Cooley e compagni fanno visita al Pinar Karsyiaka nella gara d’andata dei quarti di finale

SASSARI. Rotto il ghiaccio in campionato, ora è il momento di alzare il tiro anche in Europe Cup. Tre giorni dopo il blitz di Pistoia, la Dinamo di Gianmarco Pozzecco torna a indossare la divisa verde fluo da coppa per affrontare il match d’andata dei quarti di finale. Alle 20,30 (in Italia saranno le 18,30), Jack Cooley e compagni scendono in campo a Smirne contro il Pinar Karsyiaka: si tratta solo del primo tempo di una sfida che durerà 80 minuti e il cui ritorno è in programma mercoledì prossimo al PalaSerradimigni. Il risultato di oggi servirà dunque come base per costruire il passaggio alle semifinali: all’orizzonte c’è la sfida con la vincente della sfida tra Alba Fehervar e Unet Holon.

Cercasi continuità. I sassaresi, atterrati in Turchia già lunedì notte, arrivano a questo impegno in ottime condizioni generali, sia dal punto di vista fisico che mentale. Il successo ottenuto domenica al PalaCarrara ha permesso al Banco di chiudere la serie nera e ha sensibilmente alleggerito la pressione su gruppo e staff. Il doppio impegno col Banvit è incastrato tra le due sfide interne di campionato contro Trento e Virtus Bologna, che diranno molto sulla corsa playoff. Per la Dinamo queste sono di fatto le settimane chiave della stagione.

Il confronto. Quella di stasera non sarà una partita facile: il Pinar Karsiyaka, che nella fase a gironi è arrivato al secondo posto alle spalle del Donar Groningen, è una squadra solida e gioca in quello che viene considerato uno dei palazzetti più caldi dell’intera Turchia. Nel secondo turno la squadra di coach Bauermann ha invece ottenuto tre vittorie in sei gare, arrivando ad affrontare negli ottavi di finale il Ventspils: nel match d’andata in Lettonia il Pinar è stato sconfitto per 78-76, ribaltando poi la situazione nel confronto interno, vinto per 70-65. Nella Super Ligi turca, i biancorossoverdi si trovano al nono posto, al margine della zona playoff, con 9 vittorie e 11 sconfitte e sabato hanno sconfitto il Banvit per 80-74.

Le insidie. In questo momento il giocatore più insidioso del Pinar è il lungo egiziano Assem Marei, che nel match di ritorno contro il Ventspils ha messo a segno 23 punti con 17 rimbalzi, per 34 di valutazione. Le chiavi del gioco sono nelle mani dell’americano Sek Henry, ex Capo d’Orlando e Brindisi, affiancato dal giovane talento Berk Ugurlu, con Birkan Batuk ed Erving
Walker nel ruolo di esterni. Occhio anche al centro Ilkan Karaman e a un altro giocatore già visto in Italia, l’ex Trapani e Scafati Chris Evans. Il backup del play è Berk Ugurlu, e dalla panchina il tecnico tedesco può contare sul supporto di pedine dall’alto potenziale offensivo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community