Vai alla pagina su Cagliari calcio
L’Italia di capitan Sirigu ringrazia anche Pavoletti

Cagliari

L’Italia di capitan Sirigu ringrazia anche Pavoletti

Il portiere nato a La Caletta è il primo sardo a indossare la fascia nella storia Festeggia anche il bomber del Cagliari, nel gruppo insieme a Barella e Cragno

CAGLIARI. Salvatore Sirigu e Leonardo Pavoletti. Uno gioca nel Torino ma è sardo, l’altro è livornese ma gioca nel Cagliari. Per un giorno uniti dalla maglia azzurra e da una serata che sarà indimenticabile per entrambi e che fa inorgoglire l’isola.

Capitano sardo. Salvatore Sirigu ha indossato la fascia di capitano dal 34’ della ripresa, dopo l’uscita di Bonucci. Primo sardo nella storia. Una grande soddisfazione, una gioia immensa per il portiere granata nato a La Caletta, frazione di Siniscola. Sirigu contro il Liechtenstein ha indossato la maglia della nazionale per la ventesima volta in carriera. Al momento è il secondo giocatore sardo con il maggior numero di presenze in azzurro, dietro Gianfranco Zola che con l’Italia vanta 35 presenze e 10 gol.

Esordio boom. «Gol all’esordio in nazionale: un sogno che si avvera». Leonardo Pavoletti ha commentato così la sua giornata speciale. Con semplicità, come è nel personaggio: schietto e mai sopra le righe. A 30 anni, la sua sembra una favola di un calcio d’altri tempi. Chiamato da Antonio Conte ma mai utilizzato, scartato senza pietà da Giampiero Ventura, ci voleva Roberto Mancini, ma anche due belle stagioni con la maglia del Cagliari, per fargli ritrovare l’azzurro. Il resto è storia di martedì, a Parma: una serata indimenticabile. Con quel bell’abbraccio finale a Cragno e Barella.

Record eguagliato. Segnando dopo 4 minuti dal suo ingresso, Pavoletti ha eguagliato i marcatori più rapidi fra gli esordienti in azzurro. Prima di lui avevano segnato all’esordio e dopo 4 minuti soltanto in due: Cristiano Doni nel 2001 contro il Giappone e Daniele De Rossi nel 2003 contro la Norvegia. Da sottolineare che prima del centravanti del Cagliari, anche un altro rossoblù aveva segnato all’esordio in nazionale: Franco Rizzo siglò una doppietta contro la Bulgaria nel 1966 in una partita finita 6-1 per l’Italia, allora allenata da Edmondo Fabbri.

I marcatori del Cagliari. In nazionale diventano sei i giocatori rossoblù ad aver segnato in nazionale: dopo Gigi Riva (35 reti), Domenghini e Rizzo (2) e Astori (1) ecco prima Barella e poi Pavoletti.

Due reti rossobù di fila. L’ultima curiosità riguarda le due reti consecutive in nazionale messe a segno da due differenti giocatori
del Cagliari, come hanno fatto Barella e Pavoletti. Anche in questo caso non è la prima volta. Ma per trovare il precedente bisogna risalire al 1970. Nell’amichevole premondiale con il Portogallo andò a segno Riva, e subito dopo contro la Svezia, in Messico, fu Domenghini a fare centro.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller