Lanusei, un altro passo verso la serie C

I biancorossoverdi soffrono ma vincono anche contro l’Aprilia. Si avvicina un traguardo impensabile a inizio stagione

LANUSEI. Vittoria di misura, sofferta ma meritata, della capolista Lanusei a spese di un ostico e combattivo Aprilia che a causa del ko subito, il dodicesimo stagionale, si è definitivamente giocato l’ultima chance per tenere acceso il lumicino di approdare ai playoff. I bianco-rosso-verde ogliastrini, a cinque giornate dalla conclusione del torneo, mantengono invariato il vantaggio di sette punti sulle più immediate inseguitrici Trastevere ed Avellino e sono ormai a un passo dalla promozione in serie C. Quattrocentocinquanta minuti separano i ragazzi di Aldo Gardini, dominatori del torneo, dal brillante traguardo impensabile all’inizio della stagione. Il Lanusei ha pagato però un prezzo troppo alto. Per la prossima gara esterna contro la Vis Artena dovrà rinunciare al bomber Gabriele Bernardotto, infortunatosi, e ad Andrea Demontis che, essendo stato ammonito, sicuramente sarà squalificato perché diffidato.

Al 2’ lancio millimetrico dalla fascia di capitan Ladu per Floris. L’attaccante entra in area e quasi dal vertice basso dell’area piccola lascia partire un potente diagonale che sorvola la traversa. I padroni di casa insistono e al 12’ si rendono nuovamente pericolosi con un diagonale dalla fascia di Demontis, che a fine gara risulterà uno dei migliori in campo per i suoi, respinto in tuffo sulla sua sinistra dal portiere laziale Saglietti. Al 13’ è fuori misura una conclusione dal limite di Bernardotto su calcio d’angolo rasoterra di Floris. Al 23’ ci prova Girasole. Il tiro del fuoriquota (classe 2000) è murato da un difensore. Al 26’ il Lanusei passa in vantaggio. Lancio dalla tre quarti di Bonu per Bernardotto. Il bomber “ brucia” (supera) Rosania, entra in area, evita l’uscita del portiere che cerca di chiudergli lo specchio della porta, e scaraventa la palla in rete (16° gol stagionale). Gli ospiti si fanno vivi al 31’ con un tiro di controbalzo dal limite di Corbia, parato senza difficoltà da La Gorga. Al 43’ un tiro dalla distanza di De Sousa sfiora l’incrocio dei pali alla sinistra di La Gorga.

All’inizio della ripresa i padroni di casa premono il piede sull’acceleratore con l’intento di chiudere la gara. Al 1’ Saglietti para con difficoltà un insidioso tiro dal limite di Floris. Poco dopo azione personale sulla fascia di Demontis. Il giocatore ogliastrino converge al centro e dal limite lascia partire una staffilata parata in tuffo sulla sua destra dal portiere Saglietti. Al 4’ ci prova Nannini con un tiro dal limite che sfiora la traversa. Al 5’ si perde sul fondo una incornata di Bernardotto su cross dalla fascia di Bonu.

Al 14’ La Gorga salva il risultato respingendo in tuffo sulla sua destra un tiro del nuovo entrato Russo. Un minuto dopo La Gorga respinge di pugno un pallonetto insidioso di Luciani indirizzato all’incrocio dei pali alla sua sinistra. Al 34’ ci prova senza fortuna Nannini. Paglietti non si fa sorprendere e sventa la
minaccia. Al 40’ è fuori misura una incornata di Girasole dal limite dell’area piccola su calcio d’angolo battuto da Quatrana. Al 46’ lancio in profondità di Ladu per Quatrana. L’ogliastrino dal limite spara la palla addosso al portiere che chiude così lo specchio della porta.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller