«Siamo felici per Sassari e per tutta la Sardegna»

Coach Gianmarco Pozzecco e capitan Jack Devecchi a tutto sorriso nel dopo gara «La spensieratezza è il nostro segreto». «Orgogliosi per il traguardo raggiunto»

SASSARI. La Dinamo continua a girare al massimo e a produrre entusiasmo, vittorie, Storia. «Siamo felicissimi, sono felicissimo per la Sardegna, per Sassari, per la società. Tutta la società – sorride coach Pozzecco a fine gara –, dai medici ai fisioterapisti, per aver conquistato una finale europea. In un’isola così piccola e insieme così grande non è una soddisfazione da poco». Gli fa eco il capitano Jack Devecchi: «Grazie al coach, grazie allo staff e grazie a tutta la squadra – quasi si commuove –. Sono a Sassari da 13 anni e sono orgoglioso di poter disputare la finale di una coppa europea. Allora non ci avrei mai pensato, invece...».

Invece nella sala stampa del PalaSerradimigni è festa, in prosecuzione di quella durata quaranta minuti sugli spalti. Irrompono anche i tifosi per cantare col coach e al coach–«Oh Pozzecco strappa la camicia», lasciandogli in eredità la T-shirt del “sassarese medio” ieri elevato a finalista europeo. «Ci penseremo da sabato notte – cerca di serieggiare il tecnico della Dinamo –. Prima pensiamo al campionato e ai playoff, poi...».

Ma l’entusiasmo è tanto, grande, corroborato da una prova a tutto potenziale e a tutta potenza, per una Dinamo a lungo quasi illegale: «62 punti nel primo tempo non li avevo mai fatti, forse neanche da ragazzino – conferma Pozzecco –, anche se in passato non c’era il tiro da tre».

Ma la Dinamo ha fatto il tiro da trenta e anche sul + trenta il PalaSerradimigni era con lei, come lo era stato dall’inizio. «E’ un entusiasmo contagioso, che ci scambiamo fra squadra e tifosi – dice Jack Devecchi –. Siamo... spensierati, è questo il nostro segreto, il trucco che ci ha portati in finale». «Finisca come finisca, siamo in finale – conclude Pozzecco –. Ora festeggiamo una finale storica. Io sono stato molto bravo a festeggiare da giocatore, adesso da allenatore devo rispondere a una realtà diversa ma...» Ma è finale, senza ma. E con i complimenti degli avversari . «Congratulazioni alla Dinamo Sassari
– riconosce a fine gara Shamir, tecnico dell’Hapoel holon –. Congratulazioni a Pozzecco e buona fortuna per la finalissima Noi siamo partiti bene, volevamo vincere ma la Dinamo è stata più brava, anche se l’assenza di Pnini, che si è infortunato martedì in allenamento, è stata pesante».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller