Un Cagliari di gladiatori nell’arena del “Ferraris”

Contro il Genoa (che non può perdere) saranno 90’ minuti ad alta intensità  Ai rossoblù è sufficiente un pareggio per conquistare la salvezza matematica

CAGLIARI. È una di quelle partite da giocare col coltello tra i denti. Cattiveria agonistica che non deve sfociare in poca lucidità, ma essere un’arma per fare capire all’avversario che chi si trova di fronte non ha paura. Dovrà essere questo lo spirito del Cagliari oggi al “Ferraris” contro un Genoa che ha l’acqua alla gola, chiamato a prendersi i tre punti per evitare il possibile sorpasso dell’Empoli e ritrovarsi terz’ultimo. Il Grifone ha fatto pace con i tifosi e oggi lo stadio sarà pieno per incitare una formazione che non se la passa bene e che a fine stagione rischia di cambiare proprietà. Preziosi ha infatti messo in vendita il club. Il Cagliari non è ancora matematicamente salvo ed ha tutte le intenzioni di chiudere oggi la pratica.

Le scelte. Maran non svela la formazione. Del resto non lo ha mai fatto in questa stagione. Il mister rossoblù qualche dubbio lo ha. Deve decidere se confermare la fiducia a Cacciatore, oppure rilanciare Srna. Mentre Pisacane sembra favorito su Romagna per affiancare Klavan al centro della difesa. Dubbi anche a centrocampo. Deiola e Padoin si contendono la corsia di destra, col primo favorito. Per il resto non ci saranno novità. Anzi sì e importante: il rientro di Ionita. Avere il “guerriero” in partite nelle quali il livello agonistico sarà alto, è sicuramente un piccolo vantaggio.

Gli avversari. Prandelli deve rinunciare allo squalificato Romero, assenza che pesa. Ma ha tante frecce nel suo arco. Oggi si affiderà all’esperienza di Pandev, che farà coppia con Lapadula in attacco. Schiererà la difesa a tre, che diventerà a cinque nella fase di non possesso. Biraschi ha recuperato e partirà dall’inizio. I rossoblù liguri avranno un’arma in più: il pubblico. I tifosi hanno messo da parte le contestazioni per questa sfida, siglando una tregua fino al termine della stagiione. Si sa quanto la tifoseria genoana sa essere calda e oggi farà sentire la sua voce. Il Cagliari, però, ha uomini vaccinati, esperti, che non si faranno condizionare.

Curiosità. Il Genoa non vince da otto partite, parziale in cui ha ottenuto solo tre pareggi: non ha mai segnato più di una rete in queste gare, in totale sono quattro. Il Cagliari ha vinto solo una volta nelle ultimesedici trasferte di campionato: quattro pareggi e 11 sconfitte il parziale. L’attaccante del Cagliari
Leonardo Pavoletti ha giocato 44 partite in serie A con la maglia del Genoa, realizzando 23 gol. Il Genoa ha segnato due gol nei primi 15 minuti di gioco, solo il Chievo ha fatto peggio (zero). Nessuna squadra ha invece concesso più reti del Cagliari nello stesso intervallo di tempo: 11

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli