Aggiungi un posto a tavola che c’è il Taloro da aiutare

La società di Gavoi finanzia con una serie di pranzi sociali il torneo di Eccellenza Pecora, “casu axedu” e “su sambere” per tutti e a fine anno attivo di 5000 euro

GAVOI. La Polisportiva Taloro è l’unica squadra dell’Eccellenza di calcio che si finanzia grazie al contributo del Comune, di piccoli sponsor, non solo locali ma anche dei centri vicini, ma prevalentemente dei suoi tifosi, attraverso un vero e proprio azionariato popolare che comincia a tavola.

Nello scorso campionato, concluso al sesto posto con 45 punti, a pari merito con il Samassi, ha chiuso il bilancio con un attivo di poco più di 5000 euro (entrate 167mila euro, uscite 162mila). La società ha gestito con parsimonia le magre disponibilità finanziarie. Io suo era uno dei budget più modesti di tutta l’Eccellenza. Le entrate più sostanziose sono quelle delle quote sociali (120 soci) e dei biglietti di ingresso per una media di 370 spettatori.

Ma già si pensa al futuro. E i dirigenti per cominciare a reperire fondi per la prossima stagione, sabato scorso hanno organizzato nel complesso del Santuario di Nostra Signora d’Itria, 900 metri sopra il livello del mare, un pranzo sociale al quale hanno partecipato oltre 400 persone. Hanno proposto al prezzo di 20 euro un appetitoso e abbondante menù costituito da casu axedu, antipasto di terra (prosciutto, guanciale, salame, formaggio), “su sambere” un piatto tipico della cucina pastorale, pecora in cappotto con patate e cipolle, arrosto di pecora e di porchettone. Tutti prodotti locali offerti con generosità dai pastori e dagli agricoltori.

«Un incontro conviviale che è servito anche a rafforzare e rinsaldare il senso e i legami di comunità», commenta l’ex sindaco Salvatore Lai.

La società del paese della Barbagia di Ollollai, nata nel 1948 col nome di “Aurora” – per ricordare la moglie di Raimondo Cichi, il farmacista di allora, – nel 1958 ha assunto il nome attuale di Polisportiva Taloro Gavoi. Nel 1999-2000 la promozione in Eccellenza.

«La nostra fu una vera e propria impresa», sottolinea Angelo Buttu, l’allora presidente. Dalla stagione 2000-2001 milita ininterrottamente nel massimo campionato regionale. Il Taloro Gavoi in Eccellenza ha ottenuto il miglior piazzamento nella stazione 2013-2014, (allenatore Ivan Cirinà). Si classificò quarto e ottenne il diritto di partecipare ai playoff nei quali venne sconfitto per 1-0 dal Porto Corallo.

Nella stagione 2010-2011, i rossoblù hanno vinto la Coppa Italia di Eccellenza battendo in finale per 5-3, dopo i tempi supplementari, il Tortoli. Il match si disputò il 19 gennaio 2011 a Dorgali. Il Taloro Gavoi ha disputato altre due finali di coppa Italia di Eccellenza, nella stagione 2011-2012 (vinta dalla Torres per 2-1) e nella stagione (2015-2016 (vinta dal Ghilarza per 2-1 dopo i tempi supplementari).

«A partire da metà giugno – dice il presidente Mathias Urru, architetto trentaseienne – cominceremo a mettere le basi per la prossima stagione. Ci auguriamo di riuscire a confermare il mister Romano Marchi, gavoese doc, e tutti i giocatori più rappresentativi come il capitano Roberto Mele, la bandiera della squadra, insignito per meriti sportivi della cittadinanza onoraria del comune di Gavoi, poi Roberto Mastio, Simone Calaresu, Pierpaolo Falchi, Marcello Pitta, Luca e Michele Pili».

Intanto, al Maristei, il campo di gioco del Taloro, sono in corso i lavori per la posa del manto in erba sintetica. «Dovrebbero concludersi, salvo intoppi, entro i primi di agosto – annuncia il sindaco Giovanni Cugusi – e costeranno complessivamente 500mila euro. Faremo fronte alla spesa con un contributo della Regione e fondi del bilancio comunale».

«Per incrementare le entrate, a partire dal mese prossimo organizzeremo delle cene a cadenza mensile – spiega Demetrio
Manca, uno dei dirigenti – così come abbiamo fatto, con risultati positivi, la scorsa stagione. Hanno dato la loro disponibilità tutti i ristoranti del paese: hotel Taloro, hotel Gusana, osteria Borello, Sa Palasa, Santa Rughe, Marabu, e gli agriturismi di Ollolla Sa Serra e Palai».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community