L’Olbia riparte da Siena prima in casa con il Giana

Diramato ieri il calendario del girone A della serie C, dal 25 agosto al 26 aprile Mister Michele Filippi: «Non temiamo nessuno, i nostri tifosi ci aiuteranno»

OLBIA. Più che un consiglio, un imperativo: bisogna farsi trovare pronti subito. La prima sfida del campionato 2019/2020 dell’Olbia sarà la trasferta con la Robur Siena. Il discorso che tutte le partite sono difficili è assodato, ma forse dalle parti di Buddusò, sede del ritiro dei bianchi, si prospettava un avvio più morbido. Invece, subito i bianconeri, tra le compagini più ambiziose del girone A di serie C.

«Faremo l’esordio contro una delle squadre che punteranno alla vittoria del campionato – l'osservazione dell’allenatore, Michele Filippi sulla prima giornata –. Questo di certo non ci spaventa, lavoreremo duramente per arrivare al massimo della condizione e iniziare al meglio. In questo senso, le partite di Coppa Italia rappresentano un viatico per arrivare pronti».

L’esordio vero e proprio della stagione sarà infatti il 4 agosto in casa della Ternana. Un primo step per capire la condizione fisica generale e l’intesa dei nuovi arrivati. Rispetto all’anno passato, questa volta niente attese interminabili. La data di inizio è fissata tra un mese: il 25 agosto. Il campionato regolare si concluderà prima del solito, nell’ultima domenica di aprile, il 26 per la precisione, poi spazio ai verdetti di playoff e playout. Niente vacanze invernali, solo due stop il 29 dicembre e il 5 gennaio. Stando a quanto si legge sulla carta – sul campo sarà un’altra storia – per l’Olbia non sembrano esserci particolari tour de force. Tolto il Siena, anche la prima parte di campionato non si presenta così insidiosa, con la seconda giornata in casa con la Giana Erminio, poi Pontedera, Alessandria e Renate nelle prime cinque.

Sul debutto davanti al proprio pubblico, al "Bruno Nespoli", il tecnico mantiene alta l’attenzione e parla comunque di un avversario «ostico ed esperto che in questa categoria è ormai una realtà consolidata come del resto la gran parte delle contendenti del nostro girone. Sarà un campionato con un altissimo tasso di competitività, bello e stimolante da giocare». Anche la coda del calendario sorride: in mezzo alla superpotenza Monza (alla 17esima) e alla Juventus U23 nella giornata finale, ci sono le neopromosse Pergolettese e Lecco.

In generale, «Noi ce la metteremo tutta – così Filippi –, vogliamo dire la nostra su ogni campo e toglierci soddisfazioni. Quest'anno, più che mai, sarà però determinante il supporto dell'ambiente e
del nostro pubblico. L'entusiasmo della città e dei tifosi si trasforma in energia che ci consente superare i nostri limiti. La spinta del Nespoli può essere decisiva», alludendo alla campagna abbonamenti aperta qualche giorno fa e che punta sullo slogan “La tua spinta fa la differenza”.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community