Al PalaSerradimigni la prima è con Pesaro poi si gioca in apnea

Una stagione intensa come mai prima, Europa compresa Le sfide con Bologna compresse in tre giorni nel ritorno

SASSARI. Sarà una stagione intensa, di quelle che ti lasciano senza respiro. Sarà un campionato compatto, compresso, concentrato e anche per questo più saporito. Quest’anno si comincia presto e si finisce prima, ci sono tre turni infrasettimanali, due giornate di riposo per ciascuna squadra a causa del numero dispari delle partecipanti dopo il fallimento e la scomparsa di Avellino e il blocco dei ripescaggi, e stavolta una sola “finestra” per la nazionale ma la Dinamo vice campione d’Italia di suo deve aggiungerci l’impegno europeo in Champions League.

Si parte non la prima settimana di ottobre, come accadeva ormai da anni, ma con uno spezzatino infrasettimanale in programma fra martedì 24 e giovedì 26 settembre, quando la Dinamo esordirà in trasferta. E se la serie A di calcio si è divertita a scherzare col Cagliari proponendogli nell’ordine il suo ex presidente Cellino e il suo ex giocatore Barella, coach Pozzecco come primo impatto avrà a che fare con la “sua” Varese prima di esordire davanti vai suoi tifosi al PalaSerradimigni il 29 contro Pesaro. Dopo di che si andrà in apnea soprattutto dal 16 ottobre in poi, quando scatterà la Bcl.

La Dinamo – che con puntale organizzazione ha preventivamente informato la Lega e la Fiba dei suoi impegni in modo da non impazzire nei su e giù fra Europa, Sassari e l’Italia, cercando di ottimizzare soprattutto le trasferte –, vivrà dei momenti particolarmente intensi. Sei partite in 12 giorni dal 23 ottobre al 5 novembre, poi un’altra raffica sparata dal 10 al 19 novembre con quattro partite in serie, e non si scherza neanche dal primo al 10 dicembre, con quattro impegni ravvicinatissimi.

Ci sono anche delle curiosità, da segnalare. Su tutte il doppio confronto con le bolognesi ristretto in appena due giorni. All’andata la Dinamo ospita a distanza di una settimana prima Fortitudo (15 dicembre) poi Virtus (il 22) ma doppiata la boa dell’andata le sfide cadono sotto Pasqua, per cui a Bologna Fortitudo l’11 aprile e a Bologna Virtus due giorni dopo, il lunedì di Pasquetta.

Parlando di festività, si gioca il giorno dopo Natale, mentre Capodanno è salvo. L’andata (che consegna le prime 8 della classifica alla Final Eight di Coppa Italia, in programma a Pesaro dal 13 al 16 febbraio, si concluderà domenica 5 gennaio. La stagione regolare terminerà domenica 26 aprile.

Torna dopo 10 anni il derby di Basket City. PalaDozza di Bologna esaurito il 25 dicembre, e lo sarà anche al ritorno. Tornano Treviso e ritorna Roma. Il primo big match Milano-Virtus Bologna (rispettivamente 28 e 15 scudetti) si gioca in Emilia il 29 dicembre, mentre la rivincita della finale scudetto fra Sassari e Venezia è il 10 novembre in casa dei Campioni d’Italia in carica.

Infine, gli incroci con alcuni ex della Dinamo: il primo nuovo contatto con Brian Sacchetti e Brescia il primo dicembre a Sassari, mentre il 15 sarà la volta del faccia a faccia con Rock Stipcevic, che dopo due stagione è tornato in Italia con la Fortitudo Bologna. Due settimane
ancora e doppio abbraccio con Meo Sacchetti e Travis Diener, il 29 al PalaSerradimigni, dove non mancheranno gli applausi per Jerome Dyson – uno dei protagonisti del triplete 2015 –, che si presenterà con la maglia di Roma, mentre il 5 gennaio toccherà a Lollo D’Ercole e alla sua Pistoia.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community