LA GARA INAUGURALE A PARMA ALLE 18 

La Juventus e il Napoli aprono la stagione

ROMA. L’attesa è finita. Oggi parte il campionato di serie A. Parma-Juventus (ore 18) sarà la gara inaugurale di una stagione che si annuncia interessante e più equilibrata nella lotta al vertic eh...

ROMA. L’attesa è finita. Oggi parte il campionato di serie A. Parma-Juventus (ore 18) sarà la gara inaugurale di una stagione che si annuncia interessante e più equilibrata nella lotta al vertic eh da otto anni vede primeggiare la Signora. A seguire (20,30) la Fiorentina ricverà il Napoli in una partita trabochetto per gli uomini di Carlo Ancelotti.

I campioni d’Italia cominceranno la stagione senza Sarri che si sta curando da una polmonite. In panchina andrà il suo secondo Martusciello, cosa che succederà anche la prossima settimana, quando a Torino arriverà il Napoli. «Credo stia nascendo bel campionato, tante squadre si sono rinforzate». Cresce la concorrenza per la Juventus secondo Pavel Nedved, a caccia del nono scudetto consecutivo: «Squadre come Fiorentina e tante altre sono cresciute - ha spiegato il vicepresidente bianconero -, a parte Inter e Napoli che lotteranno per lo scudetto. Noi in pole position? Non importa esserlo, conta andare subito a conquistare tre punti a Parma». Si potrebbe ripetere il duello con l'Inter. «Fa effetto affrontare Conte e Marotta da avversari - osserva Nedved - Sappiamo quanto sia forte Conte, quanto abbia dato alla Juve e lo stesso si può dire per il direttore Marotta. Ora sono avversari che hanno fatto di tutto per vincere da subito, con investimenti e con la voglia di conquistare lo scudetto quest'anno».

«Il campionato sarà più competitivo quest'anno. Se lo augura tutto il calcio italiano, tranne che a Torino». Lo ha detto, parlando della Juve campione, il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti, alla vigilia della prima di campionato che vede gli azzurri in campo al Franchi contro la Fiorentina. Per il tecnico azzurro quest'anno anche l'Inter «è più competitiva. Ci siamo noi ma anche la Roma, che ha cambiato molto e ha un nuovo allenatore, senza dimenticare il
lavoro importante di Giampaolo al Milan. Poi c'è l'Atalanta che ha mantenuto la struttura dell'anno scorso e l'allenatore e la Lazio che ha fatto molto bene, vincendo la Coppa Italia. E poi c'è il Cagliari che ha fatto un ottimo mercato». Milik è rimasto a casa per infortunio.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community