Il Calangianus parte bene e ipoteca la qualificazione

Promozione. Superato il Valledoria con le reti messe a segno da Inzaina e Piras  La formazione ospite nella ripresa ha fallito con Sau un calcio di rigore

Calangianus 2

Valledoria0

CALANGIANUS: Mariani, Ricciu, Patta (43’ s.t. Mundula), Torresi, Gori, Luciano, Piras, Bassiri, Fraschini (21’ s.t Inzaina), Gargiulo (36’ s.t Melis), Sambiagio (26’ s.t WHaid). A disposizione: Sandiu, Amadori, Fresi, Secci. All.: Rusani.

VALLEDORIA: Murru, Latte (20’ st. Pireddu), Cugusi, Franca, Ligios, Chafaaoni, Val Pablo, Auzzas, Sau, Monni (1’ s.t. Milia), Spezzigu (1’ s.t. Asia). A disposizione: Jakson, Campus, Porcu, Fiori, Fadda. All. Falchi.

ARBITRO: Fronteddu di Nuoro.

RETI: 30’ s.t Inzaina e al 38’ Piras.

NOTE: si gioca un signora Chaira chiara con il nuovo tappeto sintetico inaugurato nelle ultime giornate dello scorso campionato; spettatori appena 100, angoli 4-1 per i locali, ammoniti Ricciu, Bassiri per i locali, Pireddu, Pintus, Milia per gli ospiti.

CALANGIANUS

Una vittoria importantissima per i giallorossi del presidente Paolino Cossu alla prima ufficiale della stagione nell’esordio casalingo in Coppa Italia. Un 2-0 sul Valledoria che si sapeva più preparato e con una solida struttura societaria a lavoro da mesi. Una vittoria che per i dirigenti giallorossi vuol dire ha avuto ragione sulla brutta piega che aveva preso l’estate giallorossa in quanto la società rischiava di scomparire in un mare di polemiche di tutti contro tutti. Poi il colpo di reni sul filo di lana , con delusione di società pronte a prenderne il posto, di un nucleo di dirigenti sostenuto dall’amministrazione comunale. In venti giorni Cossu ed i suoi amici si sono mossi bene, e così Mister Rusani ha presentato all’esordio una squadra che ha fatto buona impressione. Più quadrati all’inizio gli ospiti che hanno un paio di occasioni al 14’ con Sau, colpiscono un palo al 18’con Val Pablo . Ma il Calangianus non demorde, gli esordienti superano la tensione, Torresi vertice basso si fa valere e Gargiulo se svaria a sinistra fa male. Potrebbe franare nella ripresa il Calangianus al 6’ quando l’arbitro concede con facilità un rigore ai rossoblù: batte Sau e Mariani ribatte. Un minuto dopo un rigore, invece, non vien assegnato ai locali. Al 20’ Gargiulo pennella un pallone in area che Fraschini colpisce di testa ma Murru devia in angolo. Al 30’Bassiri scende a sinistra e immette in area
ove Inzaina devia in rete per l’1-0: Al 34’altro rigore negato ai locali per trattenuta in area di maglia su Inzaina. Al 38’ il positivo Piras da fuori area trova con un bel tiro il 2-0- Applausi meritatissimi per il Calangianus che continua la sua storia.

Pietro Zannoni

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SCRIVERE: NARRATIVA, POESIA, SAGGI

Come trasformare un libro in un capolavoro