Vai alla pagina su Tutto Dinamo

Dinamo troppo corta, l’Hapoel sprinta

A Nuoro i biancoblù si presentano senza Pierre, Vitali, Gentile, McLean e Magro: match durissimo, deciso all’overtime

INVIATO A NUORO. Cinque assenze, rotazioni ridotte all’osso, tanta voglia di lottare e qualche momento di completo appannamento. La sesta amichevole del precampionato regala alla Dinamo segnali complicati da interpretare: sul parquet del PalaDonBosco di Nuoro i biancoblù perdono 97-105 dopo un overtime contro l’Hapoel Gerusalemme. Ancora una partita maschia e spigolosa, proprio come quelle con l’Efes e con Brindisi, ma stavolta il Banco visto in campo era davvero troppo lontano dalla squadra che sarà al via del campionato

Con Gentile a riposo precauzionale, Magro volato a Pistoia per i funerali dello storico presidente toscano Maltinti, e con Vitali e Pierre sulla via del recupero dai rispettivi acciacchi ma comunque fuori, la Dinamo ha dato il massimo, trovando un super Bilan da tripla doppia (16 punti, 10 rimbalzi e 10 assist), uno Spissu da 22 punti e un Evans protagonista, autore di 28 punti.

La gara è subito in salita, con l’Hapoel che piazza un pesantissimo break di 11-0. Evans toglie il tappo con una tripla e alla prima sirena la gara è già riaperta (15-19). Bilan firma il sorpasso (26-25) a 6’57” dal riposo e il match si accende. Bucarelli difende duro, Jerrells scalda la mano e un Evans bello pimpante vola in contropiede a guadagnare il gioco da 3 punti che vale il +7, 36-29. La squadra di un nervosissimo coach Kattash alza l’intensità difensiva, la Dinamo si impantana e gli ospiti piazzano un break di 1-12, con Cousins e Levi, arrivando a metà gara sul +4, 41-45.

Al rientro in campo la Dinamo è ancora fuori giri: la difesa fa acqua e incassa 15 punti in 3 minuti, l’attacco non punge e sul -14, 46-60, Pozzecco deve chiedere timeout. L’effetto è immediato, con un controbreak di 9-0 propiziato dalle triple di Spissu e Jerrells e dalle “zingarate” difensive di Bucarelli. Il match si fa spigoloso, Spissu veste i panni del trascinatore e il pubblico gradisce. Il Banco rimette la freccia con Bilan, poi arrivano ancora la tripla di Devecchi e il fallo antisportivo su Sorokas: alla fine della fiera, e del quarto, i sassaresi si ritrovano avanti 70-64. Al rientro in campo la Dinamo resta nuovamente a secco per oltre 3’ ma la difesa tiene botta. A 4’30” dalla fine il Banco è avanti 78-70, l’Hapoel stringe i denti e il Banco va in riserva: Kupsas firma il sorpasso, Brown segna l’82-85 in faccia a Devecchi a 30” e dall’altra parte Jerrells inventa la
tripla della parità a 10”. Poi recupera palla su Feldine sulla rimessa ma la bomba della vittoria finisce sul ferro.

Nell’overtime Spissu non basta: l’Hapoel perde coach Kattash (espulso) ma piazza quattro triple di fila e se ne va (91-99 a 1’50”), chiudendo sul 97-105.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community