Ritorna “Fotografa la tua estate”

Mare, sabbia e sole, le immagini dei lettori raccontano le vacanze

SASSARI. «Non è la mera fotografia che mi interessa. Quel che voglio è catturare quel minuto, parte della realtà. Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento. La fotografia è...

SASSARI. «Non è la mera fotografia che mi interessa. Quel che voglio è catturare quel minuto, parte della realtà. Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento. La fotografia è un’azione immediata; il disegno una meditazione. E a volte c’è un’unica immagine la cui struttura compositiva ha un tale vigore e una tale ricchezza e il cui contenuto irradia a tal punto al di fuori di essa che questa singola immagine è in sé un’intera narrazione». In una sola immagine un’intera narrazione: così uno dei più grandi fotografi del Novecento, Henri Cartier Bresson, sull’arte di scrivere con la luce. Un’arte che oggi, grazie anche agli strumenti digitali, ha raggiunto probabilmente la diffusione massima dai tempi della sua invenzione, dovuta alla tenacia e al genio di due grandi pionieri: Joseph Nicéphore Niépce e Louis Jacques Mandé Daguerre. A quest’arte La Nuova Sardegna affida, anche quest’anno, la narrazione dell’estate dei suoi lettori.

Dal 21 giugno il giornale pubblicherà, nelle paginedell’Inserto Estate, le foto delle vacanze. Momenti, scorci, paesaggi ed eventi dell’estate in Sardegna, ma anche fuori dell’isola. Le immagini potranno anche essere elaborate in post produzione digitale, in modo da lasciare spazio alla creatività degli autori degli scatti. Le foto vanno

inviate all’indirizzo fotoestate@lanuovasardegna.it. Nell’oggetto della email va inserita l’indicazione “Fotografa la tua estate”. Nel messaggio bisogna specificare i contenuti della fotografia (il luogo in cui è stata scattata e il tema) e indicare il nome dell’autore e la città di residenza.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller