Oggi chiusura in spiaggia a Porto Ferro

“Il club” del cileno Pablo Larraín e la musica del quartetto di Luigi Frassetto

ALGHERO. Centinaia di spettatori a ogni proiezione e in tutte le location scelte per questa edizione della rassegna. Perché il pubblico si fida a occhi chiusi delle proposte di Alessandra Sento, Emiliano Di Nolfo e di chi lavora con loro alle iniziative della Società Umanitaria di Alghero. “Cinema delle terre del mare” chiude oggi, ma in attesa della serata finale si può già tracciare un bilancio più che positivo della manifestazione che per l’ultima tappa del viaggio cinematografico porta il pubblico dei cinenauti (così è identificato ormai il pubblico della rassegna itinerante di cinefili in movimenti) nella spiaggia di Porto Ferro.

Dopo la presentazione di “Maialetto della Nurra”, l’ultimo cortometraggio di Marco Antonio Pani, che sarà presenta alla proiezione, la serata entrerà nel vivo con la proiezione alle 22 del film “Il club”, di Pablo Larraín, grande regista cileno che in questo lungometraggio racconta della vita in comune di quattro sacerdoti in una casa isolata, in una piccola città di mare. Tra i protagonisti del film, da segnalare un grande interprete come Alfredo Castro, attore feticcio di Pablo Larraín.

A chiudere questa edizione di “Cinema delle terre del mare” sarà poi l’esperimento musicale del quartetto di Luigi Frassetto. Promosso dal baretto di Porto Ferro, il gruppo proporrà “Un’esperienza cinematica”, sulle cui note calerà il sipario della rassegna. Frassetto presenterà con

il suo quartetto, composto anche da Marco Testoni, Gianni Lubinu, Lorenzo Falzoi e arricchito dalla voce di Daniela Pes, un film-concerto in cui brani originali si alterneranno a omaggi ai grandi compositori di musica da film, su sequenze selezionate e montate da Domenico Montixi. (f.c.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community