Il cinema racconta il Mediterraneo

Ritorna a Sant’Antioco l’appuntamento con il festival “Passaggi d’autore”

SANT’ANTIOCO. Un’occasione straordinaria per conoscere l’ampio ventaglio di culture che caratterizzano i popoli dell’area mediterranea. Dal 6 all’11 dicembre a Sant’Antioco torna l’appuntamento con “Passaggi d’autore: intrecci mediterranei”, festival del cortometraggio del Mediterraneo alla dodicesima edizione, organizzato dal Circolo del cinema- Immagini. Per sei giorni protagonisti saranno più di cinquanta corti firmati da giovani a talentuosi registi provenienti da paesi come Francia, Italia, Slovenia, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Marocco, Palestina, Israele. Saranno proiettati film che difficilmente è possibile vedere nelle sale, molti dei quali hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti, Cannes, Locarno, Toronto. Sono stati invitati nell’isoletta del sud Sardegna trenta autori.

Rispetto alle precedenti edizioni quest’anno c’è una novità: la sezione dedicata alle web series, quell’intreccio tra serie tv e on line ormai sempre più diffuso. Cuore pulsante della rassegna sarà la sala consiliare del Comune, dove si snoderanno i diversi appuntamenti del fitto calendario, fatto anche di laboratori, mostre, incontri con gli autori, attività per le scuole e dibattiti.

Si parte la sera del 6 dicembre alle 18 con un tributo al grande Pinuccio Sciola: sarà proiettato il documentario di Franco Fais “Sciola oltre la pietra”, che vedrà l’intervento oltre che dell’autore, anche di Paolo Lusci, presidente della Fondazione Giuseppe Dessì, e del pianista e compositore Andrea Granitzio. L’evento sarà preceduto, alle 16 al MuMa (Museo del mare e dei maestri d’ascia), dall’inaugurazione della mostra di Francesca Sanna “Abitanti del mare”. Dalle 18 al via le proiezioni con sei prime nazionali, tra cui “Import” di Ena Sendijaervic (Bosnia-Erzegovina), candidato all’Oscar 2017.

Il 7 dicembre focus sulla Croazia, attraverso lo sguardo speciale di alcuni registi del paese balcanico. Il 10 dicembre, in occasione della Giornata dei diritti

umani, ospiti e cortometraggi saranno incentrati sui bambini vittime nei territori di guerra, sulle donne curde, sul tema dell’immigrazione. Domenica 11 la giornata è dedicata alle “Storie di mare e di viaggio”, con corti di animazione legati alla vita delle comunità che abitano le coste.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare