Il filosofo John Searle ospite di Dromos

Docente a Berkeley terrà una lezione magistrale sul tema: “La costruzione sociale dei confini”

ORISTANO. Novità nel cartellone del diciannovesimo festival Dromos, in programma dal primo al 15 agosto tra Oristano e altri undici centri della sua provincia, Baratili San Pietro, Bauladu, Cabras, Morgongiori, Neoneli, Nughedu Santa Vittoria, Nureci, San Vero Milis, Ula Tirso e Villa Verde, con anteprima a Mogoro il 30 luglio.

A tre settimane dal via, il fitto palinsesto della manifestazione organizzata dall'omonima associazione culturale si arricchisce di un importante appuntamento collaterale: l'incontro, il 6 agosto a Oristano, con il filosofo statunitense John Searle, uno tra i più influenti pensatori contemporanei, che interverrà all'auditorium San Domenico (alle 19) sul tema "La costruzione sociale dei confini".

Nato a Denver nel 1932, John R. Searle occupa un ruolo di primo piano nella comunità filosofica internazionale. Formatosi a Oxford, alla scuola della Filosofia del linguaggio con John Austin, Gilbert Ryle e Peter Strawson, dalla fine degli anni Cinquanta è professore di filosofia all'Università di Berkeley in California. Le sue indagini spaziano dalla filosofia del linguaggio e della mente all'indagine critica dell’intelligenza artificiale e della realtà sociale. Nella conferenza che terrà per il Dromos Festival, mostrerà come le barriere giuridiche ed economiche che spesso ci separano, pur avendo una propria oggettività, sono il frutto di una creazione umana.

Un altro nuovo tassello nel palinsesto di questa edizione di Dromos che si riconosce sotto il titolo "Prigioni", è la visione, il 12 agosto a Oristano, con inizio alle 21.30 in piazza Corrias, di "La tela", il primo lungometraggio firmato dal pittore Salvatore Garau. Il documentario ripercorre la sfida, lo stupore, la nascita e la crescita di un progetto, realizzato dall'artista di Santa Giusta all'interno del carcere di Massama.

È invece fissata per la sera prima, venerdì 11 agosto (sempre alle 21.30), nella stessa cornice di piazza Corrias, la proiezione del film "Nel mondo grande e terribile" inizialmente prevista al chiostro dell'Hospitalis Sancti
Antoni. Scritto e diretto da Daniele Maggioni, Laura Perini e Maria Grazia Perria, il lungometraggio racconta la vita e il pensiero negli anni del carcere di Antonio Gramsci (di cui ricorre l'ottantesimo anniversario della morte), interpretato dall'attore Corrado Giannetti.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro