Donne sulla cresta dell’onda

Domani a Porto Ferro le migliori surfiste per una gara tutta al femminile

SASSARI. Agosto si prepara a regalare all’estate sarda un grande appuntamento da rosso sul calendario. Il maestrale spazza le coste del nord ovest della Sardegna e a Porto Ferro, dopo lunga attesa, si accende il semaforo verde sul Girl Surf Power, contest unico in Italia riservato solo ed esclusivamente ai volti al femminile del vento e della tavola. Dopo quasi un mese dallo start del waiting period, domani tutto sarà compiuto e le acque della baia sassarese saranno teatro di una competizione senza eguali destinata, probabilmente, a fare scuola. «Sarà di sicuro una grande festa del surf, allestita in uno scenario naturale e selvaggio come la baia di Porto Ferro in cui le grandi e straordinarie protagoniste saranno le donne – ha spiegato l’organizzatore dell'evento, il surfista sassarese Marco Pistidda – Chi parteciperà in acqua al contest o chi seguirà da appassionato o spettatore l'evento, potrà ammirare la bellezza di questo sport, divertendosi e arrivando a scoprire quanto è suggestivo e al contempo facile, in fondo, riuscire a stare in piedi su una tavola e scivolare su un’onda. Per le donne poi lo è ancora di più, perché sono dotate di grande tenacia». La manifestazione, ideata per valorizzare il surf in rosa e allo stesso tempo far avvicinare sempre più ragazze all'antico sport praticato dagli hawaiani, è organizzata dalla Bonga Surf School in collaborazione con il Baretto di Porto Ferro, la Cooperativa Piccoli Passi e il Surf Camp di Porto Ferro.

Estate, surf: fiesta. Porto Ferro, per tutta la domenica, farà da sfondo al contest ma sarà animato da una vera, lunga e colorata festa da spiaggia. Ci sarà spazio per prove di Indoboard e per una speciale esibizione in acqua affidata ad atleti di grande e comprovata esperienza. Giuseppe Bulla (Apollo Beat) sarà lo speaker della giornata, alla consolle ci sarà dj Shit, altri musicisti regaleranno alla platea il loro sound per accompagnare al meglio il soffiare del vento e lo scorrere dell'onda. Sarà presente in spiaggia anche il famoso shaper sardo Fabio Ruina con le sue tavole e tutto si concluderà con un concerto di musica rock, culmine di una organizzazione interamente made in Sardegna: oltre a gara, intrattenimento e logistica, la locandina è stata disegnata dalla tatuatrice Anna Sanna dello studio Desade Art, mentre i trofei sono stati realizzati dal pittore e sculture Vincenzo Ganadu, famoso in tutto il mondo per i suoi dipinti dedicati al surf. L’appuntamento per le atlete è fissato per le 8 del mattino , ma la competizione avrà inizio solo alle 10 dopo che tutte le operazioni di iscrizione e verifica saranno espletate. Tantissime le surfiste che parteciperanno alla gara, provenienti da ogni part della Sardegna: oltre alle allieve della Bonga Surf School, ci sarà una rappresentanza del Bulli Surf Club (Castelsardo), di SardiniAction (Badesi), Marinedda Bay (Marinedda, Isola Rossa), Is Benas (Oristano), Buggerru Surf School (Buggerru), della South Coast Surf School e Break Point, entrambe di Cagliari. Madrine del Girl Surf Power saranno Ivana Usai e Marta Maggetti, che si cimenteranno in una esibizione sulle acque di Porto Ferro. La cagliaritana Usai è una delle prime donne in Italia ad aver domato le onde, più free-surfer che agonista, habituè dei surf spot dal 1992 e promotrice della pratica del surf femminile sulla penisola. Insieme a lei un’altra atleta cagliaritana, la 21enne Marta Maggetti: professionista del windsurf che è in realtà una vera water-woman con in curriculum
tre titoli mondiali, due europei e un importantissimo quarto posto assoluto fra i senior all’Europeo 2016. La quota di iscrizione è 15 euro con canotta evento. Per informazioni, prenotazione alloggi e iscrizioni contattare Marco Pistidda al 3334785055 e Danilo Cappai al 339464 9382.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro