Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Beni culturali, pioggia di euro sulla Sardegna

Il Mibact approva il piano di investimenti antisismico e per il restauro del patrimonio museale

CAGLIARI. Il comitato tecnico scientifico del Mibact ha approvato un piano di investimenti pari a 597.058.875 milioni di euro per il patrimonio culturale italiano. E circa 20 milioni arriveranno in Sardegna. Fondi immediatamente disponibili per realizzare interventi in tutta Italia, che comprendono il più importante piano antisismico finora finanziato sul patrimonio museale statale, una serie di azioni per la riqualificazione delle periferie urbane e numerosi restauri di beni culturali segnalati dal territorio.

Tanti soldi anche nell’isola: 300mila euro per il complesso nuragico Palmavera ad Alghero, 700mila alla reggia di Barumini, 700mila alla pinacoteca Musa al Canopoleno di Sassari, oltre 2 milioni per il rilancio del museo etnografico Sanna di Sassari, 577mila all’area archeologica Turris Libisonis e 2,8 milioni ad area archeologica più Antiquarium turritano, oltre 3,3 milioni al ponte romano (restauro e consolidamento) di Porto Torres, 600mila a Nora, 300mila al museo Asproni di Nuoro.

A Oristano andranno 700mila euro per l'ex convento di San Francesco e 600mila alla Cattedrale. A Palau oltre un milione per le ex batterie militari di Monte Altura e Capo d'Orso, 400mila al tempio paleocristiano di Cornus-Cuglieri, 600mila euro a Tharros.

Per Cagliari 1,2 milioni per la Torre di San Pancrazio, 800mila a Tuvixeddu, 700mila per l'area di Porta Cristina, 600mila alla Cittadella dei musei, 600mila alle necropoli puniche. «Le risorse stanziate – dichiara il ministro Dario Franceschini – segnano un importante traguardo con il primo, grande piano di prevenzione del rischio sismico per i musei statali e la messa in sicurezza del patrimonio culturale».