Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Distillerie lussurgesi aromi della tradizione

Non solo Abbardente, ma anche praline di cioccolato e panettone

La tradizione centenaria di un paese arde di vita nel piccolo laboratorio di produzione delle Distillerie Lussurgesi. Vive, custodendo con cura i suoi antichi segreti, e tramanda i ricchi sapori del passato, indimenticabili come la loro “Abbardente”, l'acquavite tipica di Santu Lussurgiu. Un distillato di vino il cui aroma intenso di finocchietto selvatico avvolge e inebria già al varcare la soglia del portone in legno della distilleria nata nel 2003, dove l'alambicco di rame riporta indietro nel tempo per raccontare le procedure immutate di una produzione realizzata con cura e amore in ogni sua fase, dalla scelta di materie prime di ottima qualità ricavate dai terreni della nostra terra all'attenzione nei dettagli delle confezioni, un richiamo anch'esse alle fondamenta secolari del nostro territorio.

«Il prodotto locale è un ambasciatore della nostra comunità" spiega Carlo Psiche, titolare dell'azienda, e lo dimostra già quando sceglie di diluire i suoi prodotti con l'acqua che sgorga dalle fonti dell'incantevole borgo medievale di San Leonardo de Siete Fuentes, a pochi chilometri da Santu Lussurgiu, o quando decide di raccogliere a mano le essenze, le erbe, i frutti, gli aromi e le bacche nelle zone più incontaminate della campagna e del territorio del Montiferru, lontano da fonti di inquinamento.

Un’anima sarda, come ricorda una delle etichette, che gli ha permesso di conseguire il Premio per la “Miglior confezione dell'anno 2005” con la bottiglia di Abbardente e una menzione speciale per il mirto Judu nel 2008. «Abbiamo ripreso una tradizione che non era mai stata abbandonata - prosegue Psiche -. Siamo partiti dalle radici del nostro paese, radici ben custodite e a cui dare una nuova linea, un nuovo futuro». Le distillerie di Via delle sorgenti infatti producono distillati di acquavite “da sempre”, come cita il cartello posto al loro ingresso, e da sempre stupiscono fondendo l'inestimabile eredità della tradizione alla più creativa innovazione e regalando nuovi piaceri per stupire i palati più golosi. Così nascono capolavori nuovi come le praline di cioccolato fondente all'Abbardente e quelle al mirto, con un guscio croccante di puro cacao che accoglie la morbidezza di un ripieno deciso impreziosito rispettivamente da acquavite e mirto, o come Monterra, Drukk'e Abbardente, uno squisito panettone con uvetta arricchito da un cuore di cioccolato fondente all'abbardente lussurgese. Il punto forte della produzione è l'abbardente, nelle sue varianti, ma nel laboratorio nascono anche altre eccellenze, e tra i liquori, l'acquavite e la grappa spiccano il Brandy di Sardegna De Monterra e l'aperitivo Eya! . Custode di storia l'uno, nato dall'idea di riportare alla luce il prezioso “Cognac di Sardegna”, prestigiosa etichetta lussurgese avvolta nell'oblio da circa un secolo, e ricco di innovazione l'altro, primo aperitivo alcolico al mirto interamente prodotto nella nostra isola, giovane, energico e frizzante con le sue vivaci bollicine e la leggerezza dei suoi sette gradi.