Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Oltre vent’anni di attività e grande passione

SASSARI. Sarà una primavera intensa, quella della rinascita per un sodalizio che ha origini radicate nel tempo e nella città. Il club è nato nell’estate del 1997 con la denominazione “Motori d’Epoca-c...

SASSARI. Sarà una primavera intensa, quella della rinascita per un sodalizio che ha origini radicate nel tempo e nella città. Il club è nato nell’estate del 1997 con la denominazione “Motori d’Epoca-circolo auto e moto d’epoca nord Sardegna” dalle ceneri del club “Il Tagliavento”, dal quale eredita una parte dei soci : il logo scelto raffigura una Sardegna rovesciata percorsa da un’auto e una moto degli anni Trenta. Il primo presidente è Nicola Glorioso, affiancato nel direttivo da Giovanni Pala e Carla Massidda.

Nei primi anni l’attività svolta è prevalentemente casalinga, con qualche raduno, l’attività comincia ad aumentare con l’inizio degli anni Duemila. Il nuovo direttivo, guidato da Giovanni Pala (che resterà in sxella fino allo scorso febbraio) con Pietro Salaris, Marco Sabbatini, Antonio Manai, è più vivace e per quattro anni organizza il “Tour dei due mari”, manifestazione su un percorso dalla Costa Smeralda ad Alghero con iscritti provenienti da Germania, Inghilterra e gran parte della penisola italiana con 50 mezzi partecipanti. Sono gli anni del boom, che vedono anche un grande aumento dei soci soprattutto per quanto riguarda la parte motociclistica. Nel 2004 il club viene iscritto viene iscritto alla Federazione Motociclistica Italiana, negli anni successivi i soci arrivano a quota 250 e oltre ai raduni vengono organizzate manifestazioni di grande importanza che coinvolgono la città: “Moto storiche al centro”, il “Memorial Aldo Cazzona”, la Rievocazione storica del circuito di Platamona e la Rievocazione storica del circuito Baldo Morgana. Nel 2010 il sodalizio cambia nome e diventa ASD Motori d’Epoca, vengono organizzate numerose gare di regolarità (spesso in notturna) ma l’attività subisce un rallentamento.

Il 2018 vede un nuovo e agguerrito direttivo, composto da Sebastiano Pisanu, Giovanni Pala, Antonello Crobu, Enrico Paoletti e Giulio Viagi. Il primo evento in programma è previsto il 21 aprile, con una manifestazione sul restauro delle moto d’epoca rivolta agli studenti delle quarte e quinte classi superiori. In maggio viale Adua ospterà la Rievocazione del circuito storico che si percorreva nel 1938, in giugno ci sarà un viaggio che farà tappa in quattro chiese romaniche del Nord Sardegna e terminerà a San Leonardo di Siete Fuentes, mentre a settembre è prevista la Rievocazione del circuito storico di Platamona.(r.s.)