Vai alla pagina su Atlanti
Per il Ministero bene cibi per bambini, olio e vino

Per il Ministero bene cibi per bambini, olio e vino

ROMA. Nessuna irregolarità nei cibi per bambini, nell’olio e nel vino, mentre nella frutta, negli ortaggi, nei cereali e negli altri prodotti i casi di contaminazione sono meno dell’1%, in linea con...

ROMA. Nessuna irregolarità nei cibi per bambini, nell’olio e nel vino, mentre nella frutta, negli ortaggi, nei cereali e negli altri prodotti i casi di contaminazione sono meno dell’1%, in linea con gli anni precedenti. È il risultato dei controlli realizzati nel 2016 pubblicati sul sito del ministero della Salute. Sono stati analizzati complessivamente 11263 campioni per verificare la presenza di residui di prodotti fitosanitari e pesticidi. Di questi soltanto 92 sono risultati superiori ai limiti massimi, con una percentuale di irregolarità pari all’0.8%. È andata peggio per quanto riguarda i controlli all’importazione 3.2%, sono risultati irregolari, in diminuzione rispetto allo scorso anno (5,7%). «I risultati indicano un livello di protezione adeguato e le irregolarità (0.8%) sono al di sotto della media europea (1,6%) – si legge nel rapporto –. Gli alimenti che hanno presentato maggior non conformità sono state le pesche, le
mele e le arance tra la frutta, tra gli ortaggi pomodori, peperoni dolci e fagioli con baccello mentre il riso tra i cereali è l’alimento riscontrato non conforme a livello nazionale. I campioni non conformi tra gli altri prodotti sono stati derivati del latte, funghi coltivati e ginger».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro