Vai alla pagina su Atlanti
La città creativa si mette in mostra

La città creativa si mette in mostra

Musica e incontri oggi e domani nel segno del corallo per l’International Jazz Day

ALGHERO. Per l’International Jazz Day, Alghero si mette in mostra. Il domani e lunedì la Riviera del corallo sarà invasa dalla musica e ma omaggerà uno degli elementi più caratteristici della sua identità: il corallo. Alghero bussa quindi alla porta dell’Unesco con la carta dell’artigianato artistico. Da poco la città ha presentato l’evento nella sede Unesco di Parigi. È stato il via ufficiale all’impegno di un anno: quanto si farà in dodici mesi in tema di creatività, arte e artigianato rimpolperà il dossier della candidatura a “Creative Cities”.

Oggi le città creative sono 116 in 54 Paesi. Alghero vorrebbe entrare nel 2019. E per spiegare esattamente cosa significhi, che vantaggi porti e che impegno richieda, domani alle 16 nelle Tenute Sella&Mosca ci sarà un incontro pubblico col musicista Paolo Fresu, direttore artistico di JazzAlguer e sponsor di Alghero fuori dai confini nazionali, e i sindaci di Bologna e Pesaro, Virginio Merola e Matteo Ricci, con cui il sindaco Mario Bruno ha stretto alleanze in campo culturale. Saranno ospiti Francesca Merloni, ambasciatrice dell’Unesco per le “Città Creative”, e Carlo Pesaresi, direttore dell’annual meeting mondiale di Unesco del 2019. Le tenute faranno poi da scenario a “Oltre il confine”, con Marcello Peghin (nella foto) alla chitarra, Giovanni Sanna Passino alla tromba e al flicorno e Paolo Carta Mantiglia al clarinetto, basso e sax.

Il 30 jazz e corallo si fonderanno in un appuntamento senza soluzione di continuità. Si parte alle 10 da Porta Terra con il concerto itinerante della “Jaama Dambé Marching Drums” e si prosegue alle 10.30 in largo San Francesco con “Plus 39”, alle 12 in piazza Ginnasio con “Fantastic Colors”, alle 16 in piazza Sulis ancora la “Jaama”, alle 17 lo “Jumaan Quartet”, alle 18 in piazza Civica “Three + Four”.

Martedi primo maggio al Poco Loco di Alghero (e il 30 aprile concerto al Jazzino Cagliari) si esibirà la formazione guidata dal contrabbasista inglese Larry Bartley. Il Larry Bartley Trio nasce dall’incontro fra il contrabbassista Larry Bartley e alcuni musicisti inglesi di grande talento, molto apprezzati dalla critica britannica e internazionale, come il pianista Bruno Heinen e il batterista Rod Youngs. Un ensemble straordinariamente affiatato, con solido
interplay, per il nuovo progetto musicale che intreccia composizioni originali a rivisitazioni di classici del jazz tra melodie struggenti e metriche incalzanti e incisive, in uno stile che mette in luce la doppia anima dello strumento ad arco con tutta la sua ricchezza espressiva.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro