Fotografia, in mostra le nuove vite dei sardi nel mondo

Al Lazzaretto di Sant’Elia la tappa cagliaritana del progetto “Migrazioni-la Trasmissione del Senso"

CAGLIARI. Venerdì 15 giugno alle 18, con l'inaugurazione della mostra fotografica di Antonio Mannu “Migrazioni – I sardi nel mondo”, si apre al Lazzaretto di Sant'Elia la tappa cagliaritana di “Migrazioni-la Trasmissione del Senso”, progetto di condivisione dei risultati di un lavoro sulla migrazione sarda contemporanea. L'esposizione presenta parte della vasta documentazione visuale raccolta con la ricerca “Migrazioni – in viaggio verso i migranti di Sardegna”.

Realizzata dall'Associazione Ogros, tra il 2008 e il 2016, racconta la migrazione isolana del nostro tempo, dando voce, in prima persona, ai suoi protagonisti. L' obiettivo è conoscere, attraverso immagini e storie di vita, le esperienze di chi ha lasciato la Sardegna, comprendere come è mutato il rapporto con la terra d'origine, indagando insieme il senso d’identità, il modo in cui questo si esprime e si trasforma nei luoghi del mondo, come cambia, evolve o si annulla il sentimento di appartenenza.

Nell'arco di oltre sette anni di lavoro, attraverso interviste video registrate, sono state raccolte le testimonianze di più di 170 persone, incontrate in 21 paesi di 4 diversi continenti. E' stata realizzata una documentazione fotografica, accompagnando i soggetti nella loro quotidianità. Alla ricerca hanno partecipato Andrea Deiana, Antonio Mannu, Tao Mannu, Luis Murrighile e Paola Placido. Il racconto fotografico in mostra documenta la vita e il lavoro di sarde e sardi che vivono in luoghi diversi del pianeta. È stato prodotto in situazioni e contesti eterogenei, in paesi distanti nella geografia, nella storia, nella cultura, nel tessuto economico e sociale.

Nel 2017, sul volume “Emigrazione, l'esodo continuo” di Album Sardo-La Sardegna raccontata dai grandi fotografi, sono state pubblicate alcune immagini tratte dalla mostra. Letizia Battaglia, la grande fotografa palermitana ha scritto: «Ho guardato con attenzione le fotografie realizzate da Mannu per il suo progetto sulla migrazione sarda. Lo ritengo molto interessante e utile, anche per la riflessione a cui ci porta l'evidenziare che, lasciare la propria terra di origine, è

uno dei temi più drammatici di questi anni».

La mostra sarà aperta dal giorno successivo all'inaugurazione tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Per informazioni 345-8873748 e 070-3838085 oppure segreteria@lazzarettodicagliari.it
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro