Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Panorami mozzafiato dal faro di Mangiabarche

Prima di raggiungere Carloforte, tappe obbligate per l’imbarco sui traghetti sono i due comuni di Portoscuso e Calasetta, entrambi location della fiction “L’isola di Pietro”. Il primo e più antico...

Prima di raggiungere Carloforte, tappe obbligate per l’imbarco sui traghetti sono i due comuni di Portoscuso e Calasetta, entrambi location della fiction “L’isola di Pietro”. Il primo e più antico affonda le sue radici del 1500, in periodo spagnolo, quando nell’attuale abitato si stabilizzò un insediamento di pescatori, occupati prevalentemente a pescare tonni in tonnara. In quel tempo vennero costruiti gli antichi stabilimenti di Su Pranu, che rappresentano ancora oggi, insieme alla chiesa di Santa Maria d’Itria e alla Torre spagnola, i simboli della comunità. Da vedere alcune spiagge e cale come Portopaglietto e Punta S’Aliga, oltre alla costa rocciosa settentrionale, con gli scogli della Ghinghetta e l’isolotto dei Meli. Calasetta si trova più a sud, nell’isola di Sant’Antioco, ed è più affine a Carloforte, per via delle medesime origini liguri tabarchine. Nata nel 1770, si caratterizza per le case bianche e le vie dritte, che portano alla grande Torre sabauda del 1756. Anche in questo territorio ci sono i ruderi di un’antica tonnara, in località Spiaggia Grande, e scogliere assai suggestive da vedere, in particolare gli scogli che ospitano il faro di Mangiabarche.