Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Billionaire, riapre il salotto dei vip in Costa

 Il locale-cult di Briatore celebrerà i vent'anni di vita con una grande festa il 9 agosto

PORTO CERVO. ll Billionaire apre oggi 29 giugno i battenti: compie vent’anni ma la formula del divertimento a cinque stelle resta inalterata. Lì, sulla collina di Pantogia, in questi quattro lustri, sotto la regìa di Flavio Briatore, si sono succeduti personaggi di ogni genere: calciatori, veline, industriali, petrolieri, arricchiti e semplici comparse, ragazzotti in vena di una serata da leoni, donnine a caccia di dote, politici e attori di Hollywood.

Un’umanità composita che è servita nel suo insieme a dare il marchio di unicità al fenomeno Billionaire. “Flaaavio” come lo chiamano per attirar l’attenzione le adoranti in cerca di pubblicità che ogni sera salgono i gradini del ristorante-discoteca, ha centrato più di un obiettivo. Anzitutto la creatura inventata insieme a Giancarlo Alessandrelli, è ancora in auge e gode di ottima salute.

Da Porto Cervo, poi, l’ex manager della Formula 1 è partito per creare una serie di altri locali di lusso sparsi in Italia e nel mondo. Ma il Billionaire resta il primogenito e come tale, amato e coccolato. Lui, il patron cuneese, non smette mai di dirlo: «Un sacco di gente nel mondo non sa dove è la Sardegna ma se io gli dico Billionaire Porto Cervo, allora capiscono di cosa si sta parlando». Pubblicità sicuramente. Qualcuno storcerà il naso, parlando di immagine distorta dell’isola. Ma tant’è. Il borgo del lusso inventato dall’Aga Khan all’inizio degli anni Sessanta richiama ancora ricconi italiani, arabi, americani, russi, che vogliono trovare, insieme a hotel da favola, spiagge uniche, servizi di prim’ordine, anche divertimento all’altezza.

Qualcuno, dentro i privè del Billionaire, non si è fatto pregare a far “strisciare” la sua carta di credito oro e spendere cifre da capogiro, come il gruppo di nababbi messicani che un paio di anni fa tirarono fuori 140mila euro per 8 bottiglie di champagne esclusivo. Dunque oggi si parte. Quest’anno intanto, due nuove proposte culinarie: Crazy fish e Crazy pizza per i due ristoranti.

Alla consolle, dopo 13 anni non ci sarà più il veneziano Mendoza ma Kave, un dj indiano che è una celebrità mondiale in particolare nell’Hip hop. A metter dischi arriveranno in due serate speciali anche l’immancabile star francese Bob Sinclar e l’eccentrico Gianluca Vacchi, mentre per il 9 agosto è prevista la mega festa del ventennale, in cui Briatore promette sorprese di altissimo livello. “Welcome to Billionaire”, l’avventura continua.