Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

In viaggio nella preistoria sarda

Sabato al museo di Perfugas un ercorso affascinante nell’antichità

Un percorso affascinante nell’antichità, quando la storia, quella che gli specialisti della materia definiscono tale, non era ancora arrivata.

S’intitola “Viaggio nella preistoria della Sardegna” ed è una delle proposte più accattivanti per trascorrere un fine settimana immersi nella cultura.

L’appuntamento è fissato a sabato 14 luglio, a partire dalle 18, quando il museo archeologico e paleobotanico di Perfugas, di concerto con Soprintendenza, Comune e società Sa Rundine, ospiterà un convegno sulla preistoria sarda.

Un vero e proprio viaggio, come lascia intendere lo sesso titolo, compiuto attraverso la scoperta dei tanti siti di interesse archeologico che documentano la vita delle prime comunità sarde.

Dopo i saluti del sindaco di Perfugas, Dino Decandia, e del Soprintendente, Francesco Di Gennaro, prenderanno la parola tre specialisti della materia: Alberto Moravelli, Pino Fenu e Paolo Melis.

Gli interventi degli esperti saranno preceduti e introdotti da Nadia Canu. Alle parole degli specialisti farà seguito la visita del museo e dei suoi “tesori”.

Sarà un modo per entrare ancor più nell’atmosfera che i tre relatori sapranno bene come evocare.

La visita guidata del museo sarà preceduta dalla presentazione del pannello pittorico realizzato da Alessandro Mangione, artista e studioso fiorentino, specialista museografo e illustratore scientifico per molte case editrici e strutture espositive. Per informazioni è possibile contattare i seguenti recapiti telefonici: 079/564241, 3497777103.