Visioni d’arte nei giardini aperti

Cagliari, al via l’undicesima edizione della rassegna organizzata da Abaco Teatro 

CAGLIARI. Visioni d'arte con l'undicesimo Festival “Giardini Aperti” organizzato da Abaco Teatro con un cartellone di eventi tra spettacoli, performances, mostre e installazioni da luglio a settembre tra il Castello di San Michele, il Parco “Siro Vannelli” e il Teatro in Pietra nel Parco di San Michele.

Un preludio tra flash mob e incursioni urbane (da oggi fino a sabato) poi la rassegna entrerà nel vivo con il coinvolgente “Viaggio nelle città invisibili” al Castello di San Michele, per proseguire con spettacoli per bambini e famiglie e pièces originali, oltre alla seconda edizione del Concorso Giardini Aperti–Città di Cagliari “Arte&Natura” 2018 fino a domenica 2 settembre. Tra le novità di quest'edizione spicca l'inserimento degli appuntamenti dedicati ai più piccoli: «Un pubblico importante e prezioso – spiega la co-direttrice artistica Rosalba Piras – che porta in dono lo stupore ma anche quel pubblico che devi ogni volta conquistare». Una sfida per gli attori sarà recitare all'aria aperta e “senza effetti speciali”: «la scelta di utilizzare la luce naturale costringe gli artisti a mettersi a nudo, senza “trucchi del mestiere”, senza orpelli, per interagire con l'ambiente che li circonda e usare lo spazio in maniera creativa, coinvolgendo ed emozionando il pubblico» sottolinea Rosalba Piras. L'inaugurazione è affidata all'immaginifico “Viaggio nelle città invisibili”, ideato e diretto dal regista Karim Galici e prodotto da Abaco Teatro (in coproduzione con Impatto Teatro) in cartellone sabato 21 e domenica 22 luglio a partire dalle 21.15 (con repliche alle 22 e alle 22.45) al Castello di San Michele, uno spettacolo itinerante ispirato al celebre libro di Italo Calvino e incastonato nel programma di “CagliariPaesaggio” 2018.

Il festival vero e proprio comincerà domenica 29 alle 18.30 al Parco “Siro Vannelli” di Cagliari con “Baracca e Burattori” del Teatro Tragodia (Mogoro), scritto, diretto e interpretato da Virginia Garau, in scena con Caterina Peddis e Ulisse Sebis per un'insolita e ludica versione della fiaba di “Cappuccetto Rosso”.

Vite di pescatori e mugnai, confidenze di donne e leggende sulle divinità delle acque si intrecciano invece nelle
“Storie di Fiume” della Compagnia di Arti e Mestieri (Pordenone) sempre domenica 29 luglio ma alle 19.30: lo spettacolo scritto ( insieme a Giulio Ferretti) e interpretato da Bruna Braidotti (voce) con Romano Todesco (fisarmonica) disegna un colorato affresco di varia umanità



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro