Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Festival delle bellezze: tre giornate in viaggio nel Sassarese

Il potere evocativo della musica e il fascino senza tempo di siti archeologici: un binomio vincente

Il potere evocativo della musica e il fascino senza tempo di siti archeologici. Binomio vincente che caratterizza il Festival delle bellezze presentato ieri a Sassari nella biblioteca della soprintendenza di piazza Sant’Agostino. Vincenzo Cossu, direttore artistico dell’evento, ha illustrato il programma della rassegna, alla prima edizione, affiancato dal soprintendente Francesco Di Gennaro e da Alba Canu, che hanno fatto gli onori di casa, dal sindaco Nicola Sanna, Tony Faedda, sindaco di Olmedo e Tomasina Manconi per il comune di Torralba. Un programma fitto di appuntamenti musicali in tre serate pensate per valorizzare luoghi di fascino fra cui il nuraghe di Santu Antine e il sito prenuragico di Monte Baranta. Nonché il Centro di restauro di Li Punti, la Butterfly house di Olmedo e il cinema di Torralba.

Si comincia venerdì 20 luglio, alle 18, al centro di restauro di Li Punti, con un percorso scenico lungo la galleria espositiva interpretato da due studentesse della corale “Città di Sassari. Alle 18.30, il concerto del coro polifonico “Santa Croce” di Sorso, diretto dal maestro Graziano Madrau. Dopo un intermezzo danzante del gruppo folk “San Nicola”, accompagnato dal maestro Michele Olmetto, andrà in scena il concerto del “Nova Euphonia”, diretto dal maestro Vincenzo Cossu. Alle 19.30, uno spazio informativo dedicato agli attivisti di Emergency. Si prosegue sabato 21 luglio, al Butterfly di Olmedo (ingresso straordinario a 2 euro), presentazione dell’artista Enza Sireci e performance musicale “Esotica” a cura della corale studentesca “Città di Sassari”. Alle 18, spazio informativo dedicato all’associazione “Ponti non muri”. Alle 18.45, concerto a bordo piscina del coro polifonico turritano di Porto Torres diretto dalla maestra Laura Lambroni. Alle 19.45 ci si sposta a Olmedo, nel sito prenuragico di Monte Baranta, ingresso libero, per un concerto al tramonto proposto dalla corale studentesca “Città di Sassari”, diretta dal maestro Vincenzo Cossu. Domenica 22 luglio, tutti a Torralba, nel sito archeologico della Reggia di Santu Antine, ingresso libero, dove alle 18.30 è in programma un’esibizione coordinata del coro Città di Ozieri, diretto dal maestro Mario Coloru e del Cuncordu “Planu de Murtas”, diretto dal maestro Piergiorgio Masia. Alle 19.30, spazio informativo dedicato a Amnesty international. La chiusura, sempre nel sito di Santu Antine, alle 21, con l’esecuzione del “Cine concerto” curato da “Nova Euphonia”. Tutti gli appuntamenti saranno preceduti da brevi presentazioni curate dalla giornalista Luciana Satta.