Vai alla pagina su la mia isola
Anna Tifu: «Vorrei suonare nella natura della Sardegna»

Anna Tifu: «Vorrei suonare nella natura della Sardegna»

Con il concerto della violinista è entrata nel vivo la sesta edizione del Carloforte Music Festival

Con il concerto di Anna Tifu e Marco Schirru, è entrata nel vivo la sesta edizione del Carloforte Music Festival, cinque serate di musica classica di qualità al cineteatro Cavallera, dall’apertura del 27 luglio fino al 10 agosto, con inizio alle 21. Dopo il programma di “Una sera all’opera” con celebri arie di Verdi cantate dal soprano Anne Renouprez e dal tenore Giuseppe Talamo, accompagnati al pianoforte dal direttore del festival Andrea Tusacciu ed al basso da Francesco Leone, ieri sera è stata la volta di Anna Tifu al violino e Marco Schirru al pianoforte, molto apprezzati dal pubblico. La talentuosa violinista cagliaritana, è sbarcata a Carloforte in arrivo dal Veneto, dove ha suonato con i Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone, mentre ieri ha interpretato la Primavera di Beethoven, la Tzigane di Ravel, il Poeme di Chausson e la Carmen di Sarasate.

«Sono contenta di aver suonato con Marco Schirru, che è un ragazzo sardo veramente bravo, che merita. È sempre un piacere fare musica con le persone con cui ti trovi bene», ha detto al termine del concerto. «Ringrazio il mio amico e collega Andrea Tusacciu, che organizza da sei anni questo bellissimo festival, un occasione di gioia e ritrovo per noi musicisti, dove si respira un’atmosfera bella e particolare. Ho partecipato fin dalla prima edizione e cerco sempre di esserci, in quanto mi fa molto piacere. Anche perché questo festival, nonostante un programma di musica classica, è aperto a variazioni musicali ed artistiche, come è accaduto, ad esempio, interpretando Piazzolla. C’è una varietà nella scelta dei programmi apprezzabile, che lo apre ad un pubblico più eterogeneo, anche considerando i tanti turisti presenti per le vacanze. Sarebbe bello fare qualche spettacolo all’aperto, visto il periodo estivo ed i tanti suggestivi scenari che offre in proposito Carloforte e l’isola».

Prossimamente, la Tifu sarà impegnata nel concerto per violino diretto da Ezio Bosso, il 2 settembre a Trento, poi il 14 settembre a Parigi, per l’inaugurazione della stagione con l’Orchestra filarmonica di Radio France diretta da Mikko Franck, poi ancora a Milano il 3 ottobre l’apertura stagionale della Fondazione Società dei Concerti con Tchaikovsky, un tour in Germania ed a Roma il 10 novembre un recital con Julien Quentin.

«Insomma, questo è un anno pieno di impegni e tante soddisfazioni. Sono molto contenta, anche se devo passare l’estate a studiare. In compenso, trascorrerò questo periodo a Calasetta, così potrò conciliare studio e mare».

Il Carloforte Music Festival prosegue venerdì 3 agosto, con l’entrata in scena della Carloforte Festival Orchestra, diretta dal maestro Andrea Tusacciu, la pianista Leonora Armellini e il chitarrista carlofortino Fabrizio Ferraro, che eseguiranno musiche di Grieg, Gershwin, Chopin e del maestro isolano Angelo Aste (Bambola). Si prosegue domenica 5 agosto, con il pianista Giulio Biddau e il violinista Paçalin Pavaci, che eseguiranno con l’orchestra musiche di Elgar, Mendelsshon

e Chopin.

Chiusura venerdì 10 agosto, con il gradito ritorno della pianista greca Theodosia Ntokou in duo con il giovane trombettista Riccardo Spiga e l’orchestra, per eseguire brani di Tchaikovsky, Liszt e Shostakovitch. Simone Repetto
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro