Porto Cervo Il meglio dell’enogastronomia 

Serata a lume di candela e un brindisi al cielo stellato

Un angolo del vino, illuminato da luci soffuse, integrato con eleganza raffinata tra ristoranti e boutique nella piazzetta di Porto Cervo. Dal tramonto alla una di notte in centinaia hanno sollevato...

Un angolo del vino, illuminato da luci soffuse, integrato con eleganza raffinata tra ristoranti e boutique nella piazzetta di Porto Cervo. Dal tramonto alla una di notte in centinaia hanno sollevato al cielo i “Calici di stelle”. Un brindisi dal sapore sardo con quattordici tra le migliori cantine isolane, partner dell’evento organizzato dal Movimento Turismo del vino, in collaborazione con i Comuni di Città del vino e con l’ospitalità del Comune e del Consorzio Costa Smeralda. Un’occasione unica per scoprire alcuni gioielli enologici con i quattro mori.

Turisti, winelover e curiosi hanno accolto l’invito degli organizzatori e sin dal tramonto hanno preso d’assalto le bottiglie in esposizione. Semplice ma di effetto l’allestimento e anche la formula. Un biglietto da acquistare per cinque degustazioni. Compreso nel pacchetto anche il calice e la sacchetta. Alle spalle delle vetrine delle cantine, la quinta naturale dei maxi yacht ormeggiati al Molo vecchio. Ancora più scenografica quando la notte è diventata la protagonista e le ville galleggianti si sono accese di luci. Difficile per i tanti visitatori scegliere quali vini provare. I produttori hanno portato in piazzetta le bottiglie migliori. Non solo una degustazione ma anche un piccolo viaggio nelle tradizioni della Sardegna, nelle tante storie di vita racchiuse in ogni sorso. Un percorso dal nord al sud dell’isola, attraverso bianchi e rossi di qualità. Protagonisti Antonella Corda, Argiolas, Pala e Audarya di Serdiana, Cantina Dorgali, Cantina Lilliu di Ussaramanna, Madeddu di Bosa, Cantine di Dolianova, Su entu di Sanluri, Surrau di Arzachena; Muscazega di Luras, Olbios di Olbia, Pili di Soleminis e Soletta di Codrongianos. «Calici di stelle è una occasione di promozione dell’enoturismo sardo – ricorda la presidente del Movimento turismo del vino in Sardegna Valentina Argiolas –. Una manifestazione regionale itinerante che dopo Cagliari ha coinvolto una location prestigiosa del turismo internazionale». E ancora una volta il cuore di Porto Cervo ha contribuito a promuovere quella importante fetta del turismo legata all’enologia. I vini sardi sono delle eccellenze che conquistano sempre più fette del mercato nazionale e straniero.
L’associazione Movimento Turismo del vino promuove la cultura del vino anche attraverso le visite nei luoghi di produzione. Iniziative capaci di richiamare visitatori nei periodi di spalla, una delle grandi scommesse di una Sardegna che cerca di andare oltre il turismo balneare.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro