In gita con Giorgia Palmas a Santa Cristina

La showgirl Palmas nel sito nuragico di Paulilatino. Insieme alla figlia e a Filippo Magnini posta le foto sui social e promuove i tesori della Sardegna

I turisti che non ti aspetti: Giorgia Palmas e Filippo Magnini in visita al santuario nuragico di Santa Cristina, nella costa centro-occidentale della Sardegna, in provincia di Oristano. «Alla scoperta della mia terra»: così la showgirl cagliaritana racconta attraverso Instagram la gita fuori porta al Parco naturalistico fatta nel weekend insieme al compagno, il campione olimpico di nuoto, Filippo Magnini e alla figlia, Sofia, nata nel 2008 dalla relazione con il calciatore Davide Bombardini. Nelle storie caricate sul profilo di Giorgia Palmas e nelle foto postate, e scattate, come si legge nella didascalia, proprio dal nuotatore, si vede la soubrette scendere le scale del pozzo sacro di Santa Cristina, e incamminarsi lungo i sentieri in terra battuta del complesso nuragico. «Finalmente sono riuscita ad andare a vedere un posto stupendo, molto particolare, il pozzo sacro di Santa Cristina», racconta la Palmas, nei panni di una guida turistica per il milione di trecentomila utenti che la seguono sul social network. «Risale all’epoca nuragica, ha un effetto piramidale scendendo e risalendo le scale», spiega attraverso le foto che la ritraggono sorridente, abbronzatissima, con i capelli raccolti, occhialoni da sole e un vestitino nero. Alla scoperta della Sardegna e del territorio di Oristano, insieme alla Palmas e alla figlia di dieci anni, c’è l’uomo che da qualche tempo ha rubato il cuore della bella cagliaritana, e con il quale
ha annunciato di pensare concretamente al futuro, con fiori d’arancio in vista. Filippo Magnigni, nell’inedita veste di fotografo, è ritratto nei video sorridente e innamorato accanto alla compagna, in mezzo ai reperti del complesso nuragico: «Se vi capita – dice – venite a visitarlo».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro