Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Da Ossi alla Cina in... verticale

Eventi Verticali al 28° Qingdao International Beer Festival. Per la prima volta in Cina, la compagnia di teatro verticale fondata da Luca e Andrea Piallini con sede a Ossi e diretta dalla sassarese...

Eventi Verticali al 28° Qingdao International Beer Festival. Per la prima volta in Cina, la compagnia di teatro verticale fondata da Luca e Andrea Piallini con sede a Ossi e diretta dalla sassarese Claudia Muresu è stata chiamata a presentare tre diverse produzioni verticali per un totale di 6 repliche al giorno. Un team di 12 persone tra artisti, tecnici e produttori è arrivato a Qingdao il 14 luglio

Eventi Verticali, unici italiani tra i 160 artisti che si esibiscono a Qingdao, presenta 3 delle 5 performance aeree in programma nel festival che quest’anno ha puntato tutto sulla programmazione artistica internazionale. Sono infatti oltre 60 gli spettacoli giornalieri, divisi tra musica, danza, arti circensi e spettacoli di fuoco. Una grande squadra formata da artisti che provengono da 40 Paesi.

Il primo spettacolo, che si intitola Wanted, vede due personaggi interagire con le videoproiezioni come se fossero all’interno di un videogioco, nel grazioso contesto della piazza del villaggio tedesco, di fronte al museo della birra. Ogni sera, l’investigatore è alla ricerca del misterioso ladro ninja in un comedy show che tiene il pubblico con il fiato sospeso. In scena: Mirko Ariu e Antonio Iavarone.

Il secondo, Intuizioni verticali, è studiato ad-hoc per la parete del birrificio artigianale che si affaccia sulla Main Square del festival. Un’avventura mozzafiato in pieno stile pulp: volteggi e incredibili acrobazie si concluderanno con un incredibile attraversamento aereo, sospeso sopra gli sguardi attoniti degli spettatori. In scena: Claudia Cipollina e Nicola Bruni, tecnico Pierpaolo Lubinu.

Il terzo è Quadro: 50 metri quadrati di palco verticale volano a 30 metri di altezza. Sollevato da una potente autogru, Quadro diventa un nuovo spazio per le evoluzioni di quattro danzatrici. Dai cerchi ai tessuti aerei, dalla danza acrobatica dei corpi alle ardite movimentazioni della struttura, Quadro incanta centinaia di spettatori nella fantastica cornice dell’edificio del “Sound of the Phenix”. In scena Marianna Andrigo, Valentina Milan, Silvia Zotto, Elisa Alcalde. Coreografa di Marianna Andrigo Vertical Wave Projecte tecnica di Aldo Aliprandi Vertical Wave Project. La tournèe è iniziata negli Stati Uniti (Maryland e Michigan) ed è proseguita in Romania, Bulgaria, Svizzera, Germania, Svezia e Italia