Isole che Parlano si sdoppia: l’anteprima ad Arzachena

Il Festival internazionale “Isole che Parlano” compie ventidue anni: al via il 31 agosto

Il Festival internazionale “Isole che Parlano” compie ventidue anni. L’associazione Sarditudine e i direttori artistici Paolo e Nanni Angeli proporranno dal 3 al 9 settembre a Palau – e il 31 agosto ad Arzachena con Aspettando Isole che Parlano, appuntamento di anteprima al Festival – una sintesi per valorizzare l’originalità della formula sperimentata in questi anni, che unisce concerti, lezioni-incontri, laboratori per bambini e importanti mostre fotografiche, in un programma culturale ricco di creatività che accompagna il pubblico tra la campagna, il mare e il centro urbano di Palau, fulcro della manifestazione. I silenzi, le pause, i paesaggi, i suoni della risacca negli splendidi scenari di Cala Martinella, Palau Vecchio, e quelli raccolti nelle Tombe di Giganti di Palau e Arzachena, o nei sentirei che conducono alla Roccia dell’Orso, saranno i protagonisti di questa magica relazione tra arte e contesto ambientale alla quale “Isole che Parlano” dà vita ogni anno, coniugando in modo armonioso natura, archeologia e turismo culturale. Importante novità di quest’anno è l’anteprima di venerdì 31 agosto ad Arzachena che aprirà il programma di questa ventiduesima edizione con Matteo Pastorino che reinterpreterà in solo, con i suoi clarinetti e in interazione con i suoni della natura, il suo ultimo lavoro discografico Suite For Modigliani nella suggestiva cornice della Tomba dei Giganti “Coddu Vecchju”. In serata, alle 21.30, sarà, invece, la Chiesa di Santa Lucia a ospitare il concerto del trio francese Baa Box capitanato da Leila Martial, tra le vocalist jazz più interessanti del panorama europeo, che unisce la forma canzone, la musica improvvisata e il rock sperimentale. Mentre la settimana di Isole che Parlano prenderà ufficialmente il via a Palau lunedì 3 settembre con Isole che parlano ai bambini, piccolo/grande festival per l’infanzia e l’adolescenza a cura di Alessandra Angeli, che giunge alla sua quattordicesima edizione e che ribadisce ancora una volta l'importanza di uno degli aspetti che caratterizza maggiormente il Festival fin dalla sua nascita, ossia il binomio arte-infanzia/adolescenza. Un altro importante fulcro della manifestazione è quello dedicato alla fotografia di reportage, con l’esposizione dal titolo “L’inganno del vero” che celebrerà Sandro Becchetti, uno dei più importanti fotografi del ‘900. La mostra, a cura di Valentina Gregori e Irene Labella e realizzata in collaborazione
con Postcart Edizioni, Ogros fotografi associati e 4Caniperstrada associazione culturale, sarà ospitata negli spazi del Centro di Documentazione del Territorio di Palau e verrà inaugurata giovedì 6 settembre alle ore 21, per restare aperta al pubblico fino al 30 settembre.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro