Il giorno dell’Holi 

Musica e colore

La grande festa dei colori ha sconfitto anche il cielo grigio che ha coperto altre zone della Sardegna. Ieri a Budoni migliaia di spettatori hanno ballato, cantato e sono stati immersi in nuvole...

La grande festa dei colori ha sconfitto anche il cielo grigio che ha coperto altre zone della Sardegna. Ieri a Budoni migliaia di spettatori hanno ballato, cantato e sono stati immersi in nuvole multicolori, con la musica dei deejay Cristian Marchi, Osso from m2o, Federico Gardenghi, Datura, PakMan e JustID che si sono alternati console. Alcuni tra i deejay più cool del momento inframmezzati da divertenti spettacoli di animazione, per una festa unica nel suo genere animata dal lancio di polveri colorate a ritmo di musica, ogni ora, con un countdown. Non solo l’area del palco ma tutta la cittadina è stata coinvolta dall’evento più colorato dell’anno.

Holi, il festival religioso di origine indiana che si svolge in primavera e che simboleggia la felicità di vivere, la voglia di divertirsi e scherzare, si è trasformato in Occidente in un vero e proprio evento che coinvolge centinaia di migliaia di persone negli Stati Uniti e in Europa. In Italia, Holi Dance Festival, promosso da Unconventional Events, è stato consacrato come uno dei festival più innovativi e divertenti degli ultimi tempi, registrando dal 2016 oltre 350.000 presenze ed invadendo con la sua musica e i suoi mille colori arene, parchi, spiagge e piazze di tutta la penisola.

La “Festa dei Colori” è una delle più importanti festività della religione induista, ed anche una della feste più amate da tutta la popolazione indiana.
Viene celebrata in ogni parte dell’India, ma anche in altri paesi con una grossa presenza induista, come il Nepal, il Pakistan, lo Shrilanka e molti altri. È una festa che coinvolge tutti indistintamente: i partecipanti sono persone di ogni età, sesso ed estrazione sociale.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro