Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Igort, Laura Luchetti e Peter Marcias Ecco le loro pellicole girate nell’isola

VENEZIA. A sei anni esatti dalla sua creazione e dopo aver chiuso il primo semestre 2018 con 85 progetti assistiti tra film, serie e format tv, documentari, spot e altri formati, la Fondazione...

VENEZIA. A sei anni esatti dalla sua creazione e dopo aver chiuso il primo semestre 2018 con 85 progetti assistiti tra film, serie e format tv, documentari, spot e altri formati, la Fondazione Sardegna Film Commission torna alla Mostra di Venezia con una ricca agenda di incontri dedicati al cinema Made in Sardegna che prevedono appuntamenti industry e altri rivolti alla promozione di talenti, all’incontro con gli autori, alla formazione e alla sostenibilità ambientale.

Si comincia domani a mezzogiorno con un appuntamento rivolto agli operatori del mercato audiovisivo Meet Talents & Projects negli spazi dell’Italian Pavilion, quando sarà presentato il film in realizzazione “Sirena”, diretto da Giorgio Borgazzi, sceneggiato dalla scrittrice Premio Strega 2018 Helena Janeczek e da Fabrizio Bozzetti, prodotto da Zena Film e Penny Lane Production. All’incontro, moderato dalla direttrice della Sardegna Film Commission, Nevina Satta, parteciperranno il regista, gli sceneggiatori e il produttore Massimo Casula. Poi, nello spazio del mercato della Mostra del cinema, la Fondazione presenterà il nuovo catalogo “Made in Sardegna”, dedicato ai progetti in cerca di co-produzione e distribuzione.

Giornata ricca di eventi quella del 3 settembre. Alle 11.30 alla Sala Tropicana si parlerà di formazione professionale nel settore audiovisivo nell’incontro, rivolto agli operatori del settore, “Meet the Funds and discover the Training opportunities”. Poi, alle 21, il cortometraggio di Peter Marcias “L’unica lezione”, selezionato alle Giornate degli autori nella sezione Notti veneziane, che sarà proiettato alla Villa degli autori. Tra gli appuntamenti del 3 settembre ci sarà anche l’incontro con Roberto Minervini alle 18.30 nella Sala Taverna. Uno tra i nostri registi più attenti al cinema del reale in concorso a Venezia 75 con la pellicola “What you gonna do when the world’s on fire?”.

Il 4 settembre alle 15 tra gli appuntamenti in programma c’è l’incontro “Premio Solinas Returns to Sardinia”. Sarà l’occasione per presentare “Il festival delle storie”, in programma a La Maddalena dal 27 al 30 settembre.

A chiudere gli appuntamenti di “Cinema made in Sardegna” sarà, il 5 settembre alle 11.30 all’Italian Pavillion nella Sala Tropicana, la presentazione della quinta edizione di “Life after oil - International Film Festival” diretto da Massimiliano Mazzotta. Si terrà a Santa Teresa di Gallura dal 19 al 22 di settembre.

Inoltre da segnalare la presenza di “5 è il numero perfetto” per la regia di Igort, girato in parte nella penisola del Sinis, tra i venticinque progetti di film e documentari selezionati dalla quinta edizione del Venice Gap-Financing Market, organizzato nell’ambito del Venice Production Bridge. “5 è il numero perfetto” vede protagonista Toni Servillo, affiancato da Valeria Golino e Carlo Buccirosso. Una produzione Propaganda Italia, coproduzione tra Italia, Belgio e Francia.

Infine, il cortometraggio “Sugarlove” di Laura Luchetti, selezionato tra gli eventi speciali della Settimana internazionale della critica. La Luchetti sarà presto al Toronto International Film Festival per la prima mondiale del film “Fiore gemello”, interamente girato nell’isola con il supporto dei fondi cinema della Regione e della Fondazione Sardegna Film Commission.