Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Cala il sipario sul festival di San Teodoro

Cala il sipario sulla terza edizione del San Teodoro Jazz Festival. Oggi, lunedì 3 settembre, l’ultimo giorno del festival vedrà protagonista sul palco centrale di piazza Gallura l’ensemble La...

Cala il sipario sulla terza edizione del San Teodoro Jazz Festival. Oggi, lunedì 3 settembre, l’ultimo giorno del festival vedrà protagonista sul palco centrale di piazza Gallura l’ensemble La Squadra, in scena alle 21.30 con Matteo Pastorino ai clarinetti, Filippo Bianchini al sax tenore, Igor Spallati al contrabbasso, Armando Luongo alla batteria e percussioni e Ugo Alunni alla batteria. Il progetto nasce dalla collaborazione dei cinque musicisti che hanno scelto di esplorare e condividere nuove culture musicali apprese e approfondite studiando in conservatori di differenti città europee come l’Aia (Olanda), Bruxelles, Berlino e Parigi. L’ensemble è caratterizzato dalla presenza di una importante sezione ritmica con 2 batterie e un contrabbasso, a supporto delle melodie dei clarinetti (basso e soprano) e del sassofono tenore. La musica proposta si basa su composizioni originali dei membri del gruppo, più brani di colleghi musicisti che hanno arrangiato la propria musica adattandola per l’ensemble. A chiudere il festival con l’ultimo degli appuntamenti dopoconcerto alle 23 la formazione MJM Project composta da Paolo Corda alla chitarra, Marco Bande al pianoforte Marco Occhioni al contrabbasso e Jacopo Careddu alla batteria.